Eredivisie: volano Ajax, Psv e Az. Il Feyenoord zoppica

Si conclude il 24° turno di Eredivisie che ha lasciato invariate le principali posizioni.

Eredivisie
Fonte immagine: Stefan Oost

L’Ajax non ha problemi all’Amsterdam Arena e travolge per 3-0 i nemici dell’Excelsior. La formazione Rotterdam non riesce ad arginare gli avversari limitando i danni nel primo tempo chiuso sull’1-0: nel finale Milik sblocca l’incontro. Nella ripresa, l’attaccante polacco, si ripete e sigla il raddoppio dopo pochi minuti. Il match è completamente nelle mani dei lancieri che gestiscono e chiudono calando il tris; c‘è gloria anche per Klaassen all’83’. Tre punti importanti e capolista sempre ad un passo.

Tutto facile per il Psv che resta in vetta con una lunghezza di vantaggio. L’Heracles non può nulla da ospite e esce sconfitto per 2-0. I bianconeri stanno avendo un periodo di flessione dopo un ottimo inizio di campionato che l’aveva accreditati tra i pretendenti al 3° posto. Gli uomini di Cocu partono forte e dopo appena 3 giri di orologio sono già avanti con Propper. La rete destabilizza gli ospiti che vanno in confusione non riuscendo a costruire. Il club di Eindhoven continua ad attaccare a testa bassa e dopo l’occasione non sfruttata da Van Ginkel, ci pensa Pereiro a siglare il raddoppio su rigore. Duplice fischio e tutti negli spogliatoi. La ripresa non regala grandi emozioni, con il totale controllo del Psv sulla partita. In vetta non cambia nulla e Cocu può ritenersi soddisfatto dei suoi giocatori. Strepitoso l’Az che continua a vincere e inanella la sesta vittoria consecutiva. A farne le spese è il Groningen travolto per 4-1 ad Alkmaar. Incontro in equilibrio per i primi venti minuti, ma al 24′ la sblocca Janssen che punta al primato in classifica marcatori. La realizzazione da fiducia ai padroni di casa che intensificano la manovra d’attacco. Dieci minuti dopo Vlaar deposita il 2-0. Passa pochissimo e viene decretato un rigore per l’Az. Dal dischetto Henriksen sbaglia clamorosamente. Duplice fischio e discesa negli spogliatoi. Al ritorno in campo delle squadre la musica non cambia: al 49′ Haps cala il tris. 2 giri di orologio e l’arbitro decide per un penalty a favore del Groningen. Dagli undici metri si presenta de Leeuw che, a differenza dell’avversario, non fallisce e tenta di riaprire la partita. Le speranze vengono distrutte da Henriksen che si fa perdonare del rigore sbagliato e firma il taccuino dei marcatori. Vittoria che consolida il terzo posto dopo la nuova sconfitta dell’Heracles e del Feyenoord.

Le altre gare di Eredivisie: Feyenoord-Roda 1-1 (45′ Kuyt (F), 69′ Ngombo (R)), Utrecht-Willem 2-1 (32′ e 85′ Boymans (U), 77′ su rig. Ogbeche (W)), Graafschap-Vitesse 2-2 (16′ Nakamba (V), 40′ e 47′ Vermeij (G), 84′ Baker (V)), Twente-Cambuur 3-0 (27′ aut. Peersman, 31′ Cabral, 93′ rig. Ziyech), Heerenveen-Nec 1-1 (29′ Veerman (H), 65′ Sleegers (N)), Den Haag-Zwolle 0-2 (44′ Dekker, 91′ Veldwijk).

Classifica Eredivisie: Psv 59, Ajax 58, Az 40, Utrecht 38, Heracles 38, Vitesse 37, Feyenoord 37, Nec 36, Zwolle 35, Groningen 34, Den Haag 30, Heerenveen 30, Twente 28, Roda 25, Willem 22, Excelsior 19, Graafschap 14, Cambuur 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *