Primeira Liga: le grandi non fanno fatica. Rio Ave, brutto stop

Si conclude l’undicesima giornata in Primeira Liga.

Lo stadio del Braga fonte foto: Wikipedia - ©Manuel Anastácio
Lo stadio del Braga fonte foto: Wikipedia – ©Manuel Anastácio

Grande dimostrazione di forza del Benfica che esce vittorioso dal campo del Braga per 2-0. La formazione di Lisbona supera e scavalca gli avversari in classifica e si aggiudica il terzo posto con una gara in meno. I padroni di casa intraprendono il match nel peggiore dei modi: dopo appena 3 minuti ecco l’autorete sfortunata di Kritsyuk. Il goal a freddo manda in confusione il Braga che impiega diversi minuti per assimilare il colpo e riprendersi. “Le aquile” non hanno pietà e, approfittando della difficoltà degli avversari, raddoppiano. Infatti al decimo il 2-0 è siglato da Lopez lesto ad approfittare di un assist di Jardel. Uno-due micidiale che non lascia scampo. Il Benfica continua a premere e amministra il gioco con grande maturità. Nella ripresa accade ben poco. Gli ospiti non perdono la concentrazione portando a casa 3 punti d’oro per la classifica e per non perdere ulteriore terreno dalla capolista.

Il Porto è corsaro sul campo del Tondela, in un incontro più ostico del previsto. Nella prima frazione di gioco, i padroni di casa provano ad attaccare, ma gli avversari si difendono bene e colpiscono in contropiede. Sfruttando questa tattica, alla mezz’ora, arriva il gol che deciderà il match: la firma sul taccuino è quella di Brahimi. L’1-0 capovolge completamente la partita con gli ospiti che salgono in cattedra ed iniziano ad amministrare il gioco. Nella ripresa, il ritmo cala pian piano con il passare dei minuti. L’emozione più grande arriva a 5 minuti dalla fine, quando il Tondela conquista un calcio di rigore. Maicon commette un fallo sciocco che costa la massima punizione. Dal dischetto Perez si fa ipnotizzare e sbaglia completamente. L’occasione di pareggiare svanisce e il Porto continua a tampinare lo Sporting. Proprio il club di Lisbona vince nuovamente, in casa, per 1-0 contro il Belenenses. La capolista mantiene salda la testa tenendo un andamento che ricorda perfettamente l’Inter nel campionato italiano. Gli avversari europei della Fiorentina non scendono in campo convinti, ma riescono a limitare i danni, chiudendo con un passivo molto basso. La gara è combattuta per tutti i 90 minuti e viene sbloccata nel recupero. Al 94′ l’arbitro assegna un penalty per i padroni di casa. Carvalho non si fa pregare e realizza la rete che vale ancora il primato e lascia immutata la distanza dal Porto, subito secondo.

Le altre gare di Primeira Liga: Ferreira-Estoril 2-0 (40′ Jota, 83′ Moreira), Academica-Arouca 1-1 (12′ Paciencia (Ac), 38′ Maurides (A)), Rio Ave-Moreirense 0-1 (48′ Medeiros), Boavista-Guimaraes 1-2 (42′ Douglas Abner (B), 66′ Henrique (G), 89′ Cafu (G)), Setubal-Madeira 2-2 (13′ e 90′ Arnold (S), 49′ Dias (M), 52′ Amilton (M)), Nacional-Maritimo 3-1 (15′ Sequeira (N), 44′ Dirceu (M), 60′ Correia (N), 80′ Willyan (N)).

Classifica Primeira Liga: Sporting 29, Porto 24*, Benfica 21*, Braga 20, Rio Ave 18, Ferreira 17, Setubal 15, Nacional 14, Maritimo 14, Estoril 14, Arouca 13, Guimaraes 13, Belenenses 13, Moreirense 10, Boavita 9, Madeira 7**, Academica 7, Tondela 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *