Superclasico: finisce 1-1 tra River e Boca sotto il diluvio

Una pioggia incessante ha caratterizzato questo Superclasico appassionante come al solito e tiratissimo fino all’ultimo istante.

Fonte: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Estadio_Monumental_display.jpg
Fonte: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Estadio_Monumental_display.jpg

Calore e passione sugli spalti, grande lotta e tantissime emozioni in campo: questa partita ha regalato ancora una volta uno spettacolo memorabile nonostante il meteo.

La partita comincia con il campo già in pessime condizioni tanto che l’allenatore del River Plate Marcelo Gallardo vorrebbe evitare di giocare il Superclasico in questa piovosa notte di Buenos Aires. Nei primi minuti la partita è equilibrata ma è il Boca Juniors a giocare con più convinzione e grinta tanto da rendersi pericoloso più volte.

La partita viene sbloccata proprio dagli xeneizes che sugli sviluppi di un calcio piazzato si portano in vantaggio: cross lungo di Carrizo e deviazione decisiva di Magallan che col destro lascia impietrito il risultato e firma l’1-0. Primo gol in Primera Division per il giovanissimo centrale azul y oro che sembra essere definitivamente esploso.

La reazione del River non si fa attendere e nonostante si fatichi a far circolare il pallone a causa delle precarie condizioni del terreno di gioco. I maggiori pericoli arrivano ovviamente da cross e da calci piazzati ed è proprio qui che Mercado di testa colpisce il palo lungo su cross del solito Pisculichi con Orion ormai battuto. Segue un tiro di Funes Mori respinto ottimamente da Orion.

La partita trova un punto di svolta al minuto 40 quando l’arbitro Mauro Vigliano assegna un calcio di rigore con conseguente espulsione di Gago per un presunto fallo di mano in area di quest’ultimo che però ha intercettato il tiro di Rojas con la testa e non con il braccio. Vigliano lascia il Boca ingiustamente in inferiorità numerica per più di un tempo e concede al River Plate la grossa chance di prendere le redini del Superclasico. Dal dischetto Mora viene infastidito in tutti modi sia da Orion che da Magallan e alla fine, preso dal nervosismo, calcia alle stelle e tiene vivo il Boca Juniors.

Nella ripresa si continua a giocare sotto la pioggia con il pallone che rimbalza a stento. La partita si gioca su ritmi assurdi e si trasforma in un mix di intensità, passione e spettacolo. Azioni da una parte e dall’altra con il River che assedia l’area xeneize ed il Boca che cerca il colpo della vita in contropiede. Tra le file degli xeneizes si contraddistingue Meli, centrocampista arrivato dal Colon nello scorso mercato e diventato un elemento fondamentale negli schemi di Arruabarrena a causa della sua estrema generosità e delle ottime doti tecniche.

In ripartenza Chavez, Meli e Calleri rischiano più volte di far male ma vengono fermati dalla pioggia sul più bello in diverse occasioni. Dall’altra parte il River non si arrende ma sembra non riuscire a sfruttare la superiorità numerica. Gallardo tenta la sorte inserendo Pezzella, difensore centrale di ruolo, nel ruolo di centravanti e verrà subito ripagato: al minuto 78’ infatti su lancio lungo di Funes Mori il match winner del Superfinal incorna di testa e dopo la respinta goffa di Orion mette in gol a porta sguarnita. Un pareggio importantissimo arrivato da un colpo di genio del Muñeco Gallardo che dimostra ancora di essere l’uomo giusto per guidare la Banda di Nuñez.

Gli ultimi minuti del Superclasico sono incandescenti: il pubblico si infiamma, i giocatori si innervosiscono e Funes Mori dopo un intervento cattivissimo in scivolata viene giustamente espulso. Nel recupero le emozioni si intensificano ed entrambe le squadre rischiano di strappare i tre punti al fotofinish: prima Chavez da pochi passi si divora il gol del 2-1 trovando davanti a sé un eroico Barovero; poi dall’altra parte Boyé su cross del neo entrato Solari manda alto di testa a due metri da Orion.

Il Superclasico si conclude sul punteggio di 1-1 e anche oggi ci ha regalato emozioni indescrivibili esaltate dalla grinta degli uomini in campo e dal calore spaventoso del pubblico sugli spalti. Un risultato giusto che rispecchia i valori visti in campo: ottimo il Boca Juniors che anche in dieci ha saputo tenere; bene il River Plate che con astuzia ed un pizzico di fortuna rimane imbattuto. Ora l’Independiente può portarsi a -1 ed infiammare un campionato sempre più emozionante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy