Supercopa Argentina: miracolo Huracan, battuto il River Plate in finale

Un successo inatteso, insperato ma quanto mai meritato: l’Huracan batte un irriconoscibile River Plate nella finale di Supercopa Argentina e si aggiudica il secondo trofeo della stagione regalando una gioia ai suoi tifosi che cominciavano a storcere il naso per un 2015 piuttosto deludente.

Curva Huracan Fonte: ByProAir (Wikipedia.org)
Curva Huracan
Fonte: ByProAir (Wikipedia.org)

A San Juan è il Globo a rubare la scena: la squadra di Apuzzo riscatta a pieno l’eliminazione dalla Copa Libertadores arrivata in settimana ed un cammino finora insufficiente in campionato con una prestazione degna di un club di alto rango. Uomo chiave della partita è Espinoza che si diverte a toreare  gli avversari sulla fascia e a creare la superiorità numerica. Su una sua sfuriata arriva il gol che decide la partita e regala la Supercopa Argentina all’Huracan: l’esterno di destra del Globo salta Vangioni e mette un cross rasoterra all’indietro per Puch che spara un diagonale destro imparabile per Barovero.

La reazione del River è lenta e affannosa: il Pity Martinez non entra in partita e non si fa rimpiangere dai suoi ex compagni; davanti pesa l’assenza di Teo Gutierrez e nemmeno gli ingressi dalla panchina di Driussi e Solari servono a cambiare la rotta del match.

Il vero River si vede solo nel finale quando le incornate pericolosissime di Mora e Cavenaghi vengono intercettate dai prodigiosi interventi del portiere quemero Marcos Diaz.

Il River Plate di Gallardo manda segnali preoccupanti in vista del triplo confronto con il Boca Juniors che contro una squadra così impacciata non avrebbe problemi a prendere il largo in pochi minuti. Tutto da dimenticare allora per i Millionarios: i trofei in bacheca nell’ultimo anno non mancano ma questo stop inatteso potrebbe avere ripercussioni sul morale della squadra.

Dall’altra parte è grande festa per l’Huracan che dopo la Copa Argentina alza al cielo anche la Supercopa Argentina: a dicembre fu il Rosario Central a perdere contro il Globo, questa volta un avversario ben più blasonato come il River Plate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy