Liga, Espanyol-Real Madrid: 0-6, la macchina da gol Cristiano Ronaldo annienta i padroni di casa

Allo stadio “Cornellà-El Prat” di Barcellona il Reial Club Deportiu Espanyol incontra il Real Madrid per la terza giornata di Liga.

Fonte: Dudek1337 (wikipedia.org)
Fonte: Dudek1337 (wikipedia.org)

La squadra di Benitez arriva da una bella goleada in casa contro il Betis, mentre l’Espanyol vuole riscattarsi dalla sconfitta col Villarreal.

FORMAZIONI UFFICIALI

Espanyol (4-4-2)Pau, Arbilla, Ciani, Álvaro González, Duarte, Salva Sevilla, Víctor Sánchez, Javi López, Víctor Álvarez, Caicedo, Gerard Moreno. All.: Sergio González.

 

Real Madrid (4-2-3 1)Navas, Carvajal, Pepe, Ramos, Marcelo, Casemiro, Modric, Isco, Bale, Cristiano Ronaldo, Benzema. All.: Rafael Benitez.

Via al primo tempo, con il Real scatenato già dai primi minuti. Infatti bastano davvero poche azioni per sbloccare il risultato al 7′: Cristiano Ronaldo, servito da Luka Modric con un passaggio filtrante, infila la palla in rete. Gli ospiti offrono spettacolo puro, spingendo sempre in avanti, al 16′ Gareth Bale, per un contatto, atterra in area di rigore, il brutto fallo è a opera di Alvaro González, che viene ammonito. L’arbitro concede calcio di rigore ed è ancora Cristiano Ronaldo a trasformarlo in gol. La furia dei Blancos non si placa e Cristiano Ronaldo è autore di una tripletta straordinaria: il portoghese è incontenibile e, servito da Bale, mette il pallone proprio al centro della porta. I padroni di casa non riescono a reagire e, nonostante qualche vano tentativo di fare pressione e allungare in attacco, arriva anche il quarto gol. A metterla dentro questa volta è Benzema, ma c’è sempre il tocco magico di Ronaldo, che gli ha fornito l’assist. Il francese porta il Real Madrid ad un grosso vantaggio, le Merengues prendono il largo e chiudono la prima frazione di gioco col risultato 0-4.

Il secondo tempo vede cambiamenti in campo: González decide di effettuare qualche sostituzione. Entrano Montañés e Cañas ed escono Michael Ciani e Javi López. Dopo qualche minuto anche Benitez decide di far riposare Modric, favorendo l’inserimento dell’ex interista Mateo Kovacic. L’Espanyol non riesce in alcun modo a risollevare le sorti della partita e il solito Cristiano Ronaldo non si fa scrupoli, chiudendo il match e segnando il quinto gol, su assist di Bale. La squadra di casa prova un paio di volte a sfondare in attacco, prima con Víctor Sánchez e poi con Joan Jordán, ma entrambi falliscono. L’unico tiro in porta è di Gerard Moreno, ma Navas non si fa impensierire più di tanto e blocca con le mani. La sfida prosegue con la giocata facile di Ronaldo, che non si stanca mai ed è una macchina da guerra, anzi da gol. Il portoghese segna in tutti i modi e da tutte le posizioni, la partita si chiude proprio con la sua firma al sesto gol del Real.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy