Liga: Neymar show, il Barcellona ne fa 5 al Rayo

Due settimane di pausa per rimettere a posto la testa e ripartire a ritmi stellari: il Barcellona sfrutta la sosta delle nazionali per riordinare le idee e smaltire il KO incassato contro il Siviglia e il risultato è decisamente convincente.

Fonte: Ernic.lamarca.rizo (Flickr.com)
Fonte: Ernic.lamarca.rizo (Flickr.com)

La partenza però è col brivido perché il Rayo Vallecano di Paco Jemez non si vergogna mai di giocare un buon calcio e stampa la prima rete sul tabellino con una azione rapida sull’asse Bebe-Guerra con l’ex Malaga che in torsione anticipa tutti e battezza Bravo per il clamoroso 0-1.

Senza Messi a prendere la scena è Neymar che in giornata di grazia regala giocate, spettacolo e gol: la partita la ribalta sostanzialmente da solo grazie ai suoi dribbling fulminei che non lasciano scampo alla ballerina difesa madrilena che nulla può contro il talento del brasiliano. In pochi minuti Neymar si conquista due calci di rigore grazie a dribbling fulminei che costringono i difensori del Rayo ad atterrarlo; dal dischetto li trasforma entrambi con estrema freddezza portando la gara sui binari del Barcellona.

Nella ripresa continua la serata stellare dell’astro brasiliano che tra il 69’ ed il 70’ minuto mette KO il Rayo Vallecano:  prima insacca una conclusione di sinistra dal limite dell’area piccola, poi sentenzia la partita sfruttando il lavoro di Suarez con una zampata dopo la respinta corta del portiere Toño.

Alla festa però vuole partecipare anche Suarez che viene ricambiato del favore e, servito dall’imbucata da sinistra di Neymar mette in porta il quinto gol della partita.

Il possesso palla blaugrana condito dalle accelerazioni fulminee di Neymar torna a rivelarsi letale e Luis Enrique è riuscito forse a trovare l’antidoto all’assenza di Messi senza caricare di responsabilità il giovanissimo Sandro Ramirez ancora nelle vesti dell’apprendista.

Inutile il gol nel finale di Jozabed che serve solo a rendere meno amaro il passivo di una partita che appena è passata di mano non ha avuto più storia.

In attesa di Villarreal e Celta Vigo il Barcellona si appaia al Real Madrid in prima posizione e nel prossimo turno potrà sfruttare l’impegno favorevole che lo vedrà scendere in campo nuovamente al Camp Nou, stavolta contro l’Eibar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *