Arsenal, Henry: “Quando me ne andai morì una parte di me”

Ci sono giocatori il cui nome è destinato a rimanere indissolubilmente legato a quello di un club del quale hanno contribuito a fare la storia.

Fonte immagine: Crashandspin (Wikipedia)
Fonte immagine: Crashandspin (Wikipedia)
E’questo il caso di Thierry Henry, ex capitano dell’Arsenal che con la maglia biancorossa indosso ha trascinato i Gunners ad una serie di successi che sono valsi a quel gruppo il soprannome di Invincibili. Il giocatore transalpino, raggiunto dal noto quotidiano francese l’Equipe, non ha perso occasione per ricordare i suoi giorni a Londra, svelando per altro un retroscena legato al suo addio ai Gunners che non potrà che far piacere ai tifosi dell’Arsenal. Queste le parole di Henry: “L’Arsenal è il mio club. Quando me ne andai morì una parte di me. Ho pianto in quell’occasione, ed è una cosa che non mi succede quasi mai. Spero di veder vincere la Champions al mio vecchio club nei prossimi anni. Futuro? Resterò sicuramente nel calcio“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy