Chelsea: Taylor avrebbe chiesto scusa nel post-gara con il Southampton

Il post-gara di Southampton-Chelsea è stato caotico e molto caldo (nonostante il clima natalizio), viste le polemiche scatenatesi a causa di alcuni errori commessi dal direttore di gara Anthony Taylor, specie contro i Blues di José Mourinho.

Mourinho
José Mourinho (Fonte: The Sport Review)

A detta del manager portoghese, infatti, ci sarebbe un complotto, un preciso disegno per penalizzare il suo Chelsea fin dall’inizio della stagione in Premier League e a ciò sarebbe dovuto l’errore del direttore di gara in occasione del rigore non dato ai londinesi per un fallo su Cesc Fabregas, con il centrocampista spagnolo ammonito invece per simulazione. Dall’Inghilterra, comunque, arriva un retroscena circa il finale concitato della partita: secondo quanto riportato dal Daily Mail, infatti, nel post-gara l’arbitro Taylor avrebbe chiesto scusa per quanto accaduto con Fabregas, ammettendo di fatto l’errore in campo. Una cosa inusuale nel calcio inglese, soprattutto perché Taylor avrebbe ammesso lo sbaglio a caldo, subito dopo la conclusione della gara negli spogliatoi. Da qui l’ira di José Mourinho, che davanti ai microfoni della televisione inglese aveva attaccato aspramente l’operato del direttore di gara, difendendo la prestazione in campo del suo Chelsea, bloccato sull’1-1 dal Southampton di Ronald Koeman, soprendentemente quarto in classifica in Premier League al termine del girone di andata.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy