FA Cup, quarti di finale: l’Arsenal batte 2-1 il Man Utd e vola in semifinale

Nell’ultimo quarto di finale di FA Cup è l’Arsenal ad espugnare l’Old Trafford battendo per 2-1 il Manchester United, guadagnandosi così l’accesso alla semifinale di aprile nella consueta e spettacolare cornice di Wembley, con Arsene Wenger che vendica così la sconfitta subita in Premier League contro gli uomini di Louis van Gaal lo scorso novembre in casa all’Emirates Stadium.

Danny Welbeck (fonte: Ronnie Macdonald, Flickr.com)
Danny Welbeck (fonte: Ronnie Macdonald, Flickr.com)

BOTTA E RISPOSTA – Nel Manchester United di Van Gaal si rivede Luke Shaw sulla corsia sinistra dopo un periodo di stop per infortunio, mentre davanti Wayne Rooney fa reparto da solo supportato sulle corsie da Di Maria e Young, con Radamel Falcao ancora confinato in panchina. Nell’Arsenal detentore in carica della FA Cup Wenger sceglie tra i pali Szczesny al posto del titolare di campionato Ospina, mentre in avanti Sanchez è affiancato dall’ex di turno Danny Welbeck. La prima frazione di gioco è caratterizzata da un grande ritmo di gioco in campo, con le due squadre a darsi battaglia, nonostante qualche errore di troppo in fase di impostazione dettato proprio dall’intensità della manovra. La gara si accende alla metà del primo tempo, quando al 25° l’Arsenal trova il modo di sbloccarla: Ozil allarga a destra per Oxlade-Chamberlain, il quale parte in slalom fra tre avversari accentrandosi e servendo l’accorrente Nacho Monreal che con un preciso piatto sinistro batte De Gea per il vantaggio ospite. Il Manchester United, ferito nell’orgoglio, si riversa così rabbiosamente nella metà campo londinese e al 29° trova subito il goal del pareggio: dalla destra Di Maria fa partire un cross tagliato in area di rigore sul quale capitan Rooney si avventa come un falco battendo Szczesny di testa per l’1-1. Nel finale di tempo un’occasione per parte, con De Gea che blocca agevolmente una punizione dalla distanza di Santi Cazorla e Szczesny che respinge un tiro ravvicinato di Di Maria.

WELBECK CASTIGATORE – Il secondo tempo si apre con due cambi nella formazione di Van Gaal, con Carrick e Jones che sostituiscono Herrera e Shaw, mentre nell’Arsenal si rivede anche Ramsey che dopo pochi minuti di gioco rileva Oxlade-Chamberlain. E allo scoccare dell’ora di gioco sono proprio i Gunners a piazzare la zampata del sorpasso: pasticcio difensivo fra Jones e Valencia, con l’ex Welbeck che ne approfitta, salta De Gea e deposita in rete il pallone del 2-1. La reazione dello United non tarda ad arrivare e fra il 65° ed il 69° i Red Devils creano due occasioni per costruire il goal del pareggio, ma sulla prima Smalling manda alto da pochi passi dopo una sponda di Carrick, mentre sulla seconda Szczesny blocca agevolmente un colpo di testa di Fellaini. Wenger prova così a correre ai ripari e toglie dal campo il già ammonito e molto in affanno Bellerin inserendo l’ex Southampton Chambers, per dare maggiore equlibrio alla sua difesa. Dall’altra parte Van Gaal, invece, preferisce giocarsi l’ultimo cambio con il giovane Januzaj al posto di Rojo (un difensore), lasciando così Falcao in panchina a fare il tifo per i compagni. Ma la sostituzione non sortisce gli effetti sperati, ed anzi il Manchester United prima rischia il tracollo completo su un tiro al volo di Santi Cazorla respinto da campione da un super De Gea e poi in un minuto perde addirittura Di Maria per doppio giallo (proteste con l’arbitro Oliver) restando così in dieci uomini nell’ultimo quarto d’ora di gara. L’Arsenal con l’uomo in più non rischia nulla, rischia ancora di siglare il tris (ennesimo prodigio di De Gea su Sanchez) e porta a casa un importante successo che lancia i Gunners verso la semifinale di FA Cup in programma a Wembley il 18 o 19 aprile (in base al prossimo sorteggio).

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy