Premier League, 17° turno: il City dice 15 (record), Lukaku salva Mou, ok Chelsea e Tottenham, delusioni Liverpool e Arsenal

Non si ferma la Premier League, che nelle serate di ieri e oggi disputa il turno di campionato numero diciassette, con una sola squadra a dominare e prendersi ancora una volta la scena, quel Manchester City capolista solitario con ben undici punti di vantaggio sulla seconda in classifica (posizione occupata dai cugini del Manchester United).

L’esultanza di Sergio Aguero (fonte: darrenleereid, Flickr.com)

Per gli uomini di Pep Guardiola quindicesima vittoria consecutiva stagionale in Premier League (record) grazie al sonoro 4-0 rifilato in trasferta al malcapitato Swansea. Pratica chiusa già nel primo tempo grazie a David Silva e De Bruyne, poi nella ripresa lo spagnolo trova la sua personale doppietta, poker finale con il ritorno al goal in campionato del Kun Aguero. Dietro i Citizens il vuoto più assoluto, con lo United vincente 1-0 a fatica ad Old Trafford contro il Bournemouth. Sotto una pioggia a dir poco torrenziale decide la sfida la rete di testa siglata nel primo tempo da Romelu Lukaku, che dunque torna al goal in Premier League dopo un lungo periodo di digiuno. Tre punti importanti per la formazione di José Mourinho visto anche il successo esterno del Chelsea di Antonio Conte, che martedì sera ha sconfitto 3-1 l’Huddersfield. Aprono le danze nel primo tempo Bakayoko e Willian, nella ripresa trid di Pedro e rete della bandiera realizzata da Depoitre per i padroni di casa. Tris di squadre al quarto posto con il Tottenham (2-0 a Wembley col Brighton grazie ad un goal di Aurier nel primo tempo e al raddoppio di Son nella ripresa) e il Burnley di Dyche (classico 1-0 in casa con lo Stoke grazie ad un goal di Barnes siglato in piena zona Cesarini) che agganciano il Liverpool a quota 31, approfittando così del sorprendente pareggio casalingo a reti bianche dei ragazzi di Klopp con il WBA. Finisce 0-0 anche uno dei tanti derby di Londra con il West Ham di Moyes che blocca così la rincorsa europea dell’Arsenal di Wenger, con Hernandez che nel finale centra la traversa graziando i Gunners.

Quarto successo consecutivo in Premier League per un Leicester in forma smagliante, capace di espugnare con un sonoro 4-1 il campo del Southampton. Di Mahrez, Okazaki (doppietta) e King i goal delle Foxes, rete dei Saints siglata da Yoshida. In ripresa anche il nuovo Everton di Allardyce che grazie ad una rete di rapina di Wayne Rooney espugna il campo di Newcastle per 1-0, inguaiando così gli uomini di Benitez ora sedicesimi (un solo successo nelle ultime dieci giornate di Premier League). Torna a sperare nella salvezza, invece, il Crystal Palace di Roy Hodgson che dopo aver dato il benservito a Frank De Boer sembra finalmente aver trovato la quadra giusta. Il 2-1 sul Watford è arrivato in rimonta dopo il vantaggio ospite di Janmaat, grazie ai goal di Sako e McArthur nei minuti conclusivi della gara, dando alle Eagles tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.