Premier League, 26° turno: pari City a casa Burnley, Lukaku e Sanchez fanno felice Mou

Nella 26^ giornata di Premier League rallenta solo parzialmente la propria corsa in vetta alla classifica il Manchester City, fermato sul pareggio in casa del Burnley nel lunch-match.

La gioia di Pogba e Lukaku (fonte: Ardfern, wikimedia.org)

Gara intensa quella giocata a Turf Moor, con gli uomini di Pep Guardiola che sbloccano nel primo tempo grazie ad una perla dalla distanza del terzino brasiliano Danilo. Nella ripresa Ederson salva i suoi con un paio di interventi decisivi, dall’altra parte Sterling e ancora Danilo vanno vicinissimi al raddoppio, ma è Gudmundsson a firmare la rete del definitivo 1-1 a otto minuti dalla fine. Manchester City che resta comunque saldamente in vetta alla classifica con ben 13 punti di vantaggio sui cugini dello United.

Red Devils che approfittano del mezzo passo falso dei Citizens vincendo in casa 2-0 contro l’Huddersfield, rialzando così la testa dopo la sconfitta di mercoledì con il Tottenham. Dopo un primo tempo equilibrato è Romelu Lukaku a firmare il vantaggio nella ripresa, girando di sinistro al volo su un cross al bacio di Mata. Il raddoppio è invece ad opera del neo arrivato Alexis Sanchez, bravo e fortunato a ribadire in rete dopo essersi fatto respingere un rigore da Lossl. Ottavo centro stagionale in Premier League per l’attaccante cileno, il primo con la nuova maglia del Manchester United di José Mourinho.

Nelle altre sfide di giornata in Premier League colpo esterno del Southampton che vince 3-2 in casa del WBA (Hegazy apre per i padroni di casa, poi rimonta Saints targata Lemina, Stephens e Ward-Prowse, infine singola di Rondon per i Baggies), vittorie interne per il Brighton 3-1 contro il West Ham (apre Murray, pari momentaneo di Hernandez, poi Izquierdo e Gross danno tre punti ai padroni di casa) e per il Bournemouth 2-1 sullo Stoke City (Shaqiri porta avanti gli ospiti, poi rimonta delle Cherries firmata dalle reti King e Mousset). Pari 1-1 fra Leicester e Swansea (Vardy per le Foxes, Federico Fernandez per i gallesi).

Nel match del tardo pomeriggio goleada dell’Arsenal di Arsene Wenger che schianta con un perentorio 5-1 il malcapitato Everton. Protagonista della sfida Aaron Ramsey autore di una tripletta, poi singole di capitan Koscielny e del neo arrivato bomber ex Borussia Dortmund Pierre-Emerick Aubameyang. Per gli ospiti, invece, rete della bandiera di Calvert-Lewin.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.