Premier League, 30° turno: poker dell’Arsenal contro il Liverpool

Nel primo match della trentesima giornata di Premier League grande prestazione dell’Arsenal che all’Emirates ha liquidato con un sonoro e pesante 4-1 il Liverpool, con gli uomini di Wenger assolutamente imprendibile per la formazione guidata da Brendan Rodgers.

L'Arsenal festeggia un gol (Fonte: Ronnie Macdonald flickr.com)
L’Arsenal festeggia un gol (Fonte: Ronnie Macdonald flickr.com)

PRIMO TEMPO – E dire che in avvio di primo tempo erano stati proprio i Reds a partire meglio, creando nei primi venti minuti un paio di ghiotte occasioni per andare in vantaggio: prima Sterling non è arrivato per un soffio su un passaggio di Markovic a due passi dalla porta di Ospina, poi sempre l’attaccante inglese ha sfiorato il palo della porta londinese con un destro dalla distanza. Da qui in poi, però, la partita è girata completamente con l’Arsenal che piano piano ha preso campo, comandando le operazioni di gioco, sfiorando il vantaggio in un paio di circostanze. Vantaggio che è in seguito arrivato al minuto 37 quando il giovane Hector Bellerin (al secondo goal stagionale in Premier League) ha trafitto Mignolet con un bel sinistro a giro dopo una combinazione in velocità con Ramsey. Una volta sbloccata la gara per l’Arsenal si è fatto tutto in discesa e nei minuti conclusivi della prima frazione i ragazzi di Wenger hanno di fatto chiuso la partita, raddoppiando e poi triplicando le marcature: prima Mesut Ozil con un preciso calcio piazzata ha battuto un incerto Mignolet e poi Alexis Sanchez ha calato il tris con un fantastico e potente destro dal limite che non ha lasciato scampo all’estremo ospite.

SECONDO TEMPO – Nonostante il risultato maturato nel primo tempo, la ripresa è stata comunque giocata a buon ritmo, con l’Arsenal a caccia continua del poker ed il Liverpool (rinfrancato dall’ingresso in campo di Sturridge in luogo di Markovic) più intraprendente in zona offensiva. Prima dell’ora di gioco sono stati i Gunners a sfiorare la rete con un colpo di testa di Giroud deviato in corner da Mignolet, mentre poco dopo è stato Ospina ad opporsi bene dall’altra parte ad un destro ravvicinato di Emre Can. La gara si è mantenuta vivace e bella anche nella seconda parte di ripresa, con il Liverpool che al 76° ha poi trovato il punto della bandiera con un rigore di Jordan Henderson (al sesto goal stagionale in Premier League), mentre negli ultimi minuti di gioco prima è stato espulso per doppio giallo Emre Can, poi l’Arsenal ha sfiorato il quarto goal colpendo un palo con Cazorla, infine Olivier Giroud ha messo il punto esclamativo sulla sfida realizzando la rete del definitivo 4-1. Un successo molto importante quello colto dai Gunners, che momentaneamente si issano al secondo posto in classifica di Premier League in attesa della gara del Manchester City, di scena domani contro il Crystal Palace.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy