Premier League: al St’ Mary solo Southampton, 3-0 al Norwich

La domenica di Premier League si apre alle 14,30 al St’Mary’s Stadium dove i padroni di casa del Southampton ospitano il Norwich di Neil
Southampton fonte: Colin Smith
Southampton fonte: Colin Smith

Southampton (5-3-2): Stekelenburg; Cedric Soares, Fonte, Yoshida, Caulker, Ward-Prowse; Wanyama, Davis, Romeu; Mane, Pellè. All: Koeman

Norwich (4-5-1): Ruddy; Whittaker, Martin, Bassong, Brady; Dorrans, Howson, Tettey, Hoolahan, Rdemond; Jerome. All: Neil
PRIMO TEMPO: Subito Southampton con James Ward-Prowse calcia una punizione dalla media distanza con precisione sul palo sinistro, ma il portiere realizza una parata spettacolare, niente gol. Al 25′ Tadić mette un bel cross in area per Graziano Pellè che ci mette la testa ma non inquadra la porta, palla fuori di un soffio sulla destra. Al 30′ altra grande occasione per i padroni di casa, proprio con Tadić che riceve un passaggio millimetrico in area e calcia forte appena a lato sulla destra. Subito dopo, Jonathan Moss fischia e mostra il secondo giallo a Steven Whittaker, Norwich in 10. Nei minuti di recupero del primo tempo, finalmente arriva il vantaggio del Southampton, gran lavoro di Sadio Mane che con un vero capolavoro ha servito Graziano Pellè il quale ha finalizzato la splendida azione battendo John Ruddy con una gran botta sulla destra.
SECONDO TEMPO: Il secondo tempo ricomincia con il Southampton che continua a fare la partita, Sadio Mane conclude la sua azione personale con un bel tiro ma John Ruddy respinge con una grande parata. Al 64′ è 2:0! Sadio Mane imbecca Dusan Tadić all’interno dell’area che trovatosi senza marcatura punisce il portiere nel sette di destra. Qualche minuto dopo Graziano Pellè sovrasta la difesa e di testa colpisce verso la porta, Tadić come un falco si fionda sul rimbalzo e ribatte in rete, la palle del 3:0. Non è stato molto emozionante come spettacolo. I padroni di casa hanno dominato il match. La squadra di casa ha cercato di prevalere con il gioco corale a differenza degli ospiti che hanno tentato di superare la difesa avversaria utilizzando per lo più contrattacchi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy