Premier League, Arsenal-Southampton 1-0: decide Sanchez allo scadere del match

All’Emirates Stadium si sfidano Arsenal-Southampton per la quattordicesima giornata di Premier League.

Alexis Sanchez. Fonte: Ronnie Macdonald (flickr.com)
Alexis Sanchez. Fonte: Ronnie Macdonald (flickr.com)

I Gunners non vogliono staccarsi dal gruppo in corsa per l’Europa, ma per restare agganciati devono battere il Southampton che fin qui ha stupito tutti, dimostrandosi la rivelazione della Premier. La formazione allenata da Koeman occupa la terza posizione in classifica a quota 26 punti e prima della brutta sconfitta col City (0-3) aveva messo in bacheca sei vittorie consecutive. L’Arsenal ha avuto un rendimento altalenante e potrebbe risollevare le sue sorti proprio stasera. L’ultima sfida tra le due formazioni ha visto trionfare in coppa il Southampton per 1-2. L’ultimo trionfo casalingo dell’Arsenal è invece del gennaio scorso col punteggio di 2-0. Le due formazioni hanno pareggiato l’ultima volta nel 2004 per 2-2.

ARSENAL (4-2-3-1): Martinez, Chambers, Mertesacker, Koscielny, Monreal, Flamini, Ramsey, Sanchez, Cazorla, Chamberlain, Welbeck. All.: Wenger.

SOUTHAMPTON (4-3-3): Forster, Clyne, Fonte, Alderweirel, Bertrand, Davis, Cork, Wanyama, Long, Pellè, Tadic. All.: Koeman

L’inizio del match è contraddistinto da ritmi molto alti per entrambe le squadre e grande equilibrio.  Prima palla gol per i Saints, Davis serve con una bella giocata Pellè ma da ottima posizione l’italiano spara alto. Al 25′ risposta  dell’Arsenal con un tiro dal limite di Chamberlain ben parato da Forster. Al minuto 36 Welbeck, a tu per tu con Forster, tenta un colpo di tacco che termina sull’esterno della rete dando l’illusione del gol. Nel primo minuto di recupero Arsenal vicino al vantaggio: punizione di Cazorla dalla trequarti, svetta Welbeck ma Forster, con un gran riflesso, devia oltre la traversa. Nonostante la frazione termini a rete inviolate, il match è molto divertente ed equilibrato.

Secondo tempo che comincia come si era concluso il primo, all’insegna del gran ritmo. Al 47′ un gran tiro di Ramsey da fuori area termina di poco sopra la traversa. Risposta Saints tre minuti più tardi con Pellè che controlla e tira in porta ma Koscielny fa muro respingendo il pericolo. Col passare dei minuti l’Arsenal prende possesso del campo, al 60′ bella azione in velocità dei Gunners ma Cazorla spara altissimo da buona posizione.  Al 69′ splendida azione dei padroni di casa: Sanchez con un passaggio filtrante serve Giroud in area, servizio di tacco per Welbeck, tiro di prima intenzione deviato in angolo da Forster. Sfortunata la squadra ospite a dieci minuti dalla fine: Koeman effettua la terza sostituzione ed un minuto dopo Alderweireld si infortuna lasciando i suoi in inferiorità numerica. L’Arsenal accelera ed all’ 87′ va di nuovo vicino al gol con un bel colpo di testa di Giroud ben imbeccato da Podolski, su cui è miracoloso Forster con un grande intervento. L’azione è il preludio al gol che arriva due minuti dopo: batti e ribatti in area, palla che sbuca davanti a Sanchez, fino a quel momento deludente, che da pochi passi trafigge il portiere avversario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy