Premier League, l’Arsenal domina l’Aston Villa. Bene il Southampton

Nel sabato pomeridiano del quinto turno del campionato inglese, la squadra di Wenger non sbaglia e vince in casa dell’Aston Villa con un rotondo 3-0. Vince anche l’Hull sul campo del Newcastle. Pari senza reti tra

Mesut Ozil, Arsenal
Ozil – Fonte: Ronnie Macdonald, Flickr, Wikipedia.org

Aston Villa-Arsenal: 0-3

Vittoria che dà morale all’Arsenal, dopo la sconfitta europea a Dortmund e il 2-2 casalingo contro il City nell’ultimo incontro di campionato. Match che inizia con l’Aston Villa padrone del gioco, ma troppo fragile in difesa. E così i Gunners li puniscono e vanno in rete con il tedesco Mesut Ozil (32′), contestato per l’inizio di stagione deludente, il quale sfrutta un passaggio in profondità di Welbeck e piazza il pallone alle spalle di Guzan. Il raddoppio arriva poco dopo, quando dopo soli due minuti l’inglese Welbeck (34′) sigla il suo tap-in personale mettendo in rete un assist perfetto dentro l’area di Ozil, bravo a ricambiare il favore precendete. In altri due minuti, l’Arsenal chiude e vince il match con un sinistro di Gibbs che viene ridicolmente deviato nella propria porta da uno sfortunato Cissokho (36′).

La seconda frazione è un totale controllo degli ospiti che soffrono pochissimo. In pieno comando del match, l’Arsenal addormenta il gioco e la partita.

Newcastle-Hull: 2-2

Pareggio in trasferta dopo una partita difficile e combattuta per l‘Hull City che viene raggiunto dopo un parziale di 0-2. Dopo un’occasione importante per Remy Cabella nel primo tempo, quando il francese impegna con un rasoterra McGregor, il secondo tempo è di marca Tigers che fanno la voce grossa e vanno a segno con il croato Jelavic (48′), bravissimo a colpire con una mezza rovesciata al volo per il gol più spettacolare della giornata. Il raddoppio arriva venti minuti dopo ad opera dell’ex West Ham Diamè (68′) con un colpo chirurgico da 25 metri.  I Magpies reagiscono e trovano l’1-2 che accorcia le distanze. Ad insaccare in porta ci pensa l’africano Papiss Cissè, che salva parzialmente la figura dei suoi. Il pareggio insperato arriva solamente al minuto 87′ ancora con un gol da pochi passi dopo l’assist di Gouffran per il 2-2 finale.

Burnley-Sunderland: 0-0

Pareggio senza reti sul campo della neo-promossa Burnley che blocca il Sunderland di Giaccherini. Partita ad alti ritmi che vede i Black Cats comandare il gioco ed andare vicini alla rete ben tre volte nella prima frazione. Prima ci prova l’italiano Giaccherini dal limite, poi Rodwell chiama alla prodezza Heaton su un suo colpo di testa. Alla mezz’ora anche Wickham ci prova con un rasoterra che vede ancora una grandissima risposta del portiere casalingo. Per il Burnley da segnalare l’opportunità per David Jones che calcia e vede il suo tiro bloccato da Mannone. Nella ripresa, il dominio del Sunderland non cambia e le azioni fioccano. Prima l’assolo di Adam Johnson che salta due avversari nell’aria avversaria prima di calciare fuori, poi ancora Giaccherini e Rodwell impegnano da lontano la difesa del Burnley. Intorno all’ora di gioco, occasione ancora per  Connor Wickham del Sunderland che si ritrova smarcato in posizione invitante ma il suo tentativo termina di un soffio largo oltre il palo sinistro. Per i padroni di casa, opportunità per Scott Arfield, pronto ad aspettare il pallone nei pressi del dischetto colpendo al volo di potenza senza far male e per il tentativo di Lukas Jutkiewicz che termina di un soffio largo oltre il palo destro.  Il finale dice 0-0, con un punto a testa.

 Swansea-Southampton: 0-1

Vince il Southampton di Koeman in trasferta in Galles dopo 90 minuti di lotta e sudore. Dopo un primo tempo in cui Routledge e Pellè, lo Swansea rimane in 10 dopo l’espulsione di Bony per doppio giallo. Il primo tempo non offre molto altro, mentre nella ripresa è da notare l’assolo di Tadic che non riesce a superare Fabianski. Al minuto 80′ arriva il gol decisivo del kenyota Wanyama, il quale sfrutta un assist di Pellè e piazza la palla all’angolino sinistro alto. Continua l’inizio strepitoso dei Saints, che confermano la buona condizione espressa dalla prima partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy