Premier League, West Ham-Manchester City 2-1 Amalfitano e Sakho portano gli Hammers alla vittoria

Il City è a meno 5 dal Chelsea capolista, che domani sarà impegnato contro il Manchester United. La squadra di Pellegrini ha l’obbligo di vincere per mettere pressioni ai blues.

West Ham Fonte: Egghead06
West Ham Fonte: Egghead06

WEST HAM (4-3-1-2): Adrian; Creesweel, Reid,Collins, Jenkinson; Amalfitano, Song, Noble; Downing; Valencia, Sakho
MANCHESTER CITY (4-4-2): Hart; Zabaleta, Mangala, Kompany, Clichy; Navas, Fernando,Trourè, Silva; Aguero, Dzeko

PRIMO TEMPO: Il primo pallone è per gli ospiti, inizia il Manchester City, che al 2′ minuto si fa vedere subito con Aguero che è servito da un preciso passaggio sul limite dell’area e lascia immediatamente partire una cannonata vicino al palo sinistro. Il suo tentativo è stato sventato dall’attento portiere, che salva con una stupenda parata, ed è subito calcio d’angolo. Al 5’ minuto punizione dal limite per il City, batte Silva ma la palla curva oltre la traversa e finisce sul fondo. Che situazione fortunata per la squadra rivale! Al 7’ minuto arriva il primo cartellino giallo della partita per Morgan Amalfitano per un intervento in ritardo su Navas. Al 9’ Diafra Sakho tenta la fortuna dal limite dopo aver controllato un passaggio perfetto. Joe Hart con un’ottima parata respinge il pallone diretto sotto la traversa ed è calcio d’angolo per il West Ham. Al 14’ è Jesus Navas ad impensierire la difesa del West Ham, successivamente facendo anche un ottimo passaggio ad Aguero che manda il pallone di poco alla sinistra del palo. Al 19’ Enner Valencia spreca un’ottima occasione! Riceve palla dopo la punizione, si prepara per il tiro e calcia al centro ma Joe Hart riesce a fermarlo. Subito dopo Diafra Sakho indirizza bene il tap-in di testa da pochi metri ma uno dei difensori è svelto e ferma tutto. Grande intervento difensivo. Nonostante le varie occasioni del City è però il West Ham a passare in vantaggio al 21’ con Amalfitano, Valencia accelera sul filtrante di Song e mette dentro per il francese che non sbaglia a botta sicura! Bell’azione degli Hammers! Al 25’ ci prova Dzeko che riceve palla in area dopo il corner e per poco non segna, il pallone va sopra la traversa. Buono lo schema su corner del City. Al 28’ Downing potrebbe segnare il raddoppio degli Hammers colpisce di testa all’interno dell’area ma il pallone termina alto appena sopra la traversa. Che occasione ha avuto per segnare sul rimbalzo! Il West Ham nonostante il vantaggio non allenta i ritmi. Al 35’ si scaldano gli animi, Alexandre Song atterra il suo avversario con un intervento in netto ritardo. Questa volta non finisce sul taccuino, ma è calcio di punizione per il Manchester City. Al 37’ Winston Reid è stato troppo aggressivo col suo intervento,l’arbitro non può che fischiare fallo. Un’altra opportunità per Manchester City con un calcio di punizione diretto. Calcia Yaya Tourè ma la difesa è ben posizionata. Al 42’ un’altra occasione d’oro per Enner Valencia che raggiunge un cross in area e trova lo spazio per un tiro. Scaglia la palla senza precisione che termina larga oltre il palo sinistro. Allo scadere del primo tempo, arriva un cartellino giallo anche per i citizens, stavolta tocca a Vincent Kompany. Due i minuti di recupero concessi, durante i quali Eliaquim Mangala ha un’ottima occasione per il gol , avrebbe potuto fare meglio, il suo tentativo da vicino termina tra i guantoni del portiere.

SECONDO TEMPO: Il secondo tempo inizia subito con un calcio d’angolo per il City battuto da Jesus Navas. Al 47’ subito un altro cartellino giallo, stavolta per Alex Song che cade a terra e poi blocca il pallone con le mani. Prova ad attaccare il City che deve rimontare lo svantaggio, che si accende con Yaya Toure che spezza un raddoppio a centrocampo e prova a lanciare Aguero, Dzeko anticipa il compagno e perde in pallone. Il City soffre tantissimo dietro, non risce ad imporsi, è costretto a lanciare lungo per guadagnare metri! Pellegrini deve scuotere i suoi, ci proverà inserendo Jovetic che entra al 59′ al posto di Edin Dzeko. Sergio Aguero controlla un preciso passaggio in area ed ha tutto il tempo per mirare e calciare all’angolino basso di sinistra, Adrian intuisce tutto e riesce a parare, poco dopo sempre Aguero indirizza bene il tap-in di testa da pochi metri ma uno dei difensori è svelto e ferma tutto. Grande intervento difensivo. Al 65’ Yaya Toure tenta di segnare colpendo da vicino un pallone che rimbalza, non facendo però i conti col portiere che con una stupenda parata evita il gol. Esce l’autore del primo gol del West Ham Morgan Amalfitano, in campo sarà Cheikhou Kouyate a sostituirlo. Contropiede del West Ham con Song, che serve Koyate, pallone all’indietro per un tiro a giro di Sakho, che però è alto di pochissimo! Partita meravigliosa, grande spettacolo ad Upton Park che è impazzito per gli Hammers! Al 75’ è proprio Sakho a siglare il raddoppio segna da una posizione davvero difficile svettando per impattare il cross e schiacciando di testa con potenza vicino al palo destro. Conclusione eccellente. Altro cambio per il West Ham esce Valencia al suo posto Cole. Dopo soli due minuti, il City accorcia le distanze con Silva che parte dalla destra, s’accentra e con il mancino batte Adrian sul secondo palo! Due cambi per il City, entrano Milner e Kolarov al posto di Fernando e Clichy. Citizens ulta offensivi. Ora gli Hammers giocano prettamente nella propria metà campo, ha preso fiducia la squadra di Pellegrini che attacca a testa bassa! Anche l’autore del secondo gol degli Hammers viene sostituito, al posto di Sakho in campo Nolan. Cinque i minuti di recupero concessi nel secondo tempo. Al 93’ è Stevan Jovetic a cercare il pareggio, è servito da un preciso passaggio sul limite dell’area e lascia immediatamente partire una cannonata dritta verso il centro della porta. Il suo tentativo è stato sventato dall’attento portiere, che salva con una stupenda parata.

Gara di straordinaria, ad alta intensità in un meraviglioso Upton Park, Allardyce finalmente conquista i tre punti con una “big” e il suo West Ham conquista il quarto posto in attesa del Liverpool. Deludente il City, che fino al goal di Silva non ha mai dato l’impressione di poter cambiare l’andamento della partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy