C. League, Roma-B. Leverkusen 3-2: vittoria sofferta per i giallorossi

Quarta gara nel gruppo E. La Roma scende in campo con il classico 4-3-3 offensivo: in porta Szczesny. Difesa con Florenzi, Manolas, Rudiger e Digne. Centrocampo con De Rossi, Nainggolan e Pjanic. Tridente offensivo composto da Dzeko, Gervinho e Salah. All. Garcia. Risponde il Bayern Leverkusen con un più coperto 4-2-2: tra i pali Leno. Difesa con Donati, Tah, Papadopoulos e Wendell. Linea mediana con Mehmedi, Toprak, Kampl e Calhanoglou. Tandem d’attacco con Chicharito e Kiessling. All. Schmidt.

Fonte: Simone Gamberini
Fonte: Simone Gamberini

Pronti, via e già 1-0 per i giallorossi. Salah viene servito perfettamente da Dzeko. L’attaccante, con un passaggio filtrante lascia il compagno davanti al portiere. Tocco sul primo palo e vantaggio come spesso ci sta abituando la Roma quest’anno. La squadra della capitale gestisce bene palla rischiando pochissimo e cercando di colpire con le ripartenze. Gli ospiti non trovano spunti in avanti e non pungono mai la difesa di Garcia.

Alla mezz’ora, un altro contropiede della Roma, punisce il Bayern Leverkusen. Nainggolan calibra un passaggio perfetto per Dzeko, che, davanti a Leno, non può che non gonfiare la rete. 2-0 e giallorossi micidiali nelle ripartenze. Un minuto dopo, altra accelerazione di Salah che serve da solo il bosniaco. La punta colpisce di prima divorandosi un tris facile per un attaccante come lui.

Il prio tiro dei tedeschi si registra al 40′. Hernandez crossa al centro dove si catapulta Kiessling. Rudiger viene anticipato, ma Szczesny para sicuro la conclusione. Poco dopo incredibile occasione sprecata da Salah. L’egiziano viene innescato da Nainggolan. L’ala preme verso l’area avversaria, si accentra e serve malissimo Gervinho buttando alle ortiche un buon 3 contro 2. Solo 2 i minuti di recupero. Al duplice fischio, vantaggio meritato per i padroni di casa, che tentano di riaprire il girone di Champions.

Nella ripresa, Schmidt prova a cambiare qualcosa lasciando negli spogliatoi Kiessling e introducendo Bellarabi. Il neoentrato si mette subito in mostra tienendo viva una bella palla. Kampl restiste all’intervento di De Rossi e Digne. Il centrocampista serve l’accorrente Mehmedi che fulmina Szczesny. Immediato 2-1 e tedeschi che accorciano le distanze. Passano poco minuti ed arriva il pareggio. Florenzi sbaglia il fuorigioco, Hernandez davanti a Szczesny scarica il destro e regala il 2-2. Gara che ricorda molto il match dell’andata.

Gli uomini di Garcia accusano il colpo, Maicon, entrato al posto di un affaticato Florenzi, sbaglia clamorosamente sul lato corto dell’area. Ne approfitta Mehmedi che entra in area e scarica contro l’estremo difensore giallorosso. Grande intervento. Il tecnico francese prova dare spazio a Iturbe che ha mezz’ora per ripagare la scelta, esce Gervinho. La Roma ci prova ed alza il baricentro, ma manca la precisione, manovra frettolosa e poco lucida. Ad un quarto d’ora dalla fine, esce Maicon ed entrerà Torosidis, problema muscolare per il brasiliano.

Al 77′ l’arbitro decreta un rigore per i padroni di casa. Mischia furibonda in area. De Rossi tenta il tiro nel mezzo e Leno non è preciso nella risposta. Salah si avventa sulla respinta e viene travolto da Toprak. Penalty e rosso per il giocatore tedesco. Dal dischetto Pjanic supera centralmente il portiere. 3-2 all’Olimpico. 4 i minuti di recupero. Al triplice fischio lo stadio esplode e la Roma si gode il secondo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *