Champions League, Real Madrid-Juventus 1-1: è finale per i bianconeri!

La finale di Champions League avrà un pezzo d’Italia. Infatti, ad affrontare il Barcellona sarà la Juventus che riesce a passare il turno pareggiando per 1-1 al “Santiago Bernabeu” contro il Real Madrid dopo il 2-1 dell’andata.

Juventus
Fonte: Станислав Ведмидь

Per la squadra di Allegri la finale di Champions non è più un sogno: la Juventus è riuscita a tenere testa al Real Madrid e, dopo un primo tempo in sordina, nella ripresa ha uscito la grinta ed il carattere visti all’andata per strappare il pass per l’Olympiastadion di Berlino.

In casa Real Madrid Ancelotti può contare sull’importante rientro di Karim Benzema al centro dell’attacco tornando a formare la BBC con Bale e Ronaldo. Nel 4-3-3 blanco altre novità rispetto all’andata: Sergio Ramos torna in difesa con Varane accanto mentre Kroos è recuperato a centrocampo. Nella Juventus, invece, confermata la formazione della vigilia: 4-3-1-2 con Pogba che partirà dal primo minuto e Vidal a sostegno delle due punte Tevez e Morata.

Sin dai primi minuti il Real Madrid prova a fare la partita, considerando il goal di svantaggio da recuperare, con una Juventus che inizialmente sembra molto contratta. La prima occasione dell’incontro arriva al 6° minuto con Benzema che riceve palla e salta Lichtsteiner prima di calciare ma la sfera va abbondantemente alta. Passano cinque minuti ed anche Ronaldo porta il primo pericolo verso la porta di Buffon con un calcio di punizione dai 25 metri che assume una traiettoria velenosa dopo una deviazione e finisce di poco sopra la traversa.

Dopo un’inizio in sordina, la Juventus prova ad alzare il ritmo e a bucare la non perfetta difesa del Real Madrid: la prima occasione per i bianconeri arriva al 14° minuto con Vidal che dalla distanza calcia un potente mancino che Casillas in allungo riesce ad allontanare. Il Real, comunque, è in palla ed al 20° minuto ha la migliore chance del primo tempo con Bale che dalla distanza scarica una botta indirizzata all’incrocio dei pali che Buffon riesce a smanacciare.

La squadra di Ancelotti sente il goal ed il turning point arriva al 22° minuto: James riceve palla in area e Chiellini lo stende con un fallo da dietro, per Eriksson è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Cristiano Ronaldo che non sbaglia, è 1-0 per il Real Madrid. Il goal da morale ai blancos, spinti dalla bolgia del “Bernabeu”, che provano in velocità a bucare la difesa della Juventus che prova azioni manovrate ma senza trovare sbocchi offensivi con un Tevez spento e con tanti calci d’angolo, sei, non sfruttati. Nel finale di tempo è ancora il Real Madrid a sfiorare il goal del raddoppio: al 41° minuto su un lancio lungo Ronaldo prova un mancino di prima che finisce sull’esterno della rete mentre 30 secondi più tardi Benzema sfiora il goal quando, in area, punta Bonucci e calcia sul primo palo dove Buffon trova la deviazione in corner.

Nella ripresa, però, c’è una nuova Juventus: la squadra di Allegri rientra in campo con un’atteggiamento diverso ed al 57° minuto agguanta il pari con il goal di Alvaro Morata che dopo un’azione prolungata viene servito di testa da Pogba al centro dell’area e calcia un perfetto destro che si insacca alle spalle di Casillas. Il pareggio dei bianconeri aumenta ancor di più i ritmi dell’incontro con le squadre molto lunghe e con il Real che si spinge in avanti alla ricerca di un goal che valga almeno i supplementari: al 61° minuto si divora una grande occasione Bale che su cross di Marcelo si fa trovare in area ma calcia di poco a lato.

La Juventus, però, non sta a guardare ed al 70° minuto ha l’occasione di archiviare la pratica con Marchisio che servito perfettamente in area da Vidal prova a piazzare il destro ma Casillas in allungo salva tutto. Negli ultimi venti minuti il Real Madrid prova l’assedio alla ricerca del goal del pari ma è la Juventus che sfiora il goal del 2-1 all’88° minuto con Pogba che dopo un azione prolungata calcia una botta dal limite dell’area che Casillas riesce a deviare. Nei quattro minuti di recupero la Juventus non concede spazi e, dopo quattro minuti di recupero, può iniziare la feste dei bianconeri che il 6 giugno affronteranno il Barcellona all’Olympiastadion.

 

REAL MADRID-JUVENTUS 1-1
MARCATORI: 23′ rig. Ronaldo (R), 57′ Morata (J)

REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Isco, Kroos, James; Bale, Benzema (67′ Chicharito), Cristiano Ronaldo. All. Ancelotti

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo (79′ Barzagli), Pogba (89′ Pereyra); Vidal; Tevez, Morata (84′ Llorente). All. Allegri

ARBITRO: Jonas Eriksson (Svezia)
AMMONITI: Isco (R), James (R), Tevez (J), Lichtsteiner (J)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy