Coppa Italia, Lazio-Varese 3-0: biancocelesti agli ottavi

E’ tempo di Coppa Italia. Allo Stadio Olimpico di Roma sbarca il Varese per incrociare i tacchetti con la Lazio di Pioli nel match valido per l’accesso agli ottavi della competizione.

Fonte immagine: Danilo Rossetti
Fonte immagine: Danilo Rossetti
Leggero turnover per i biancocelesti che schierano Ledesma in cabina di regia e Djordjevic al centro dell’attacco. Miro Klose, infatti, che sembrava destinato a scendere in campo dal primo minuto, non è neanche in panchina a causa di una lombalgia. Varese in campo con la formazione titolare.

Come da copione è la Lazio in avvio a fare la partita anche se la prima occasione è di marca biancorossa ed arriva al 5’ quando sugli sviluppi di un angolo è Borghese a colpire il palo. I capitolini reagiscono immediatamente e rispondono un minuto più tardi con una conclusione dalla distanza di Ederson che trova pronto Perucchini. L’avvio scoppiettante di partita lascerebbe ben sperare ma il match si spegne poco alla volta. Gli uomini di Pioli continuano a comandare la manovra ma difficilmente trovano l’accelerazione giusta. I biancocelesti inanellano una serie impressionante di corner che però non riescono a sfruttare. A rendersi pericoloso, allora, intorno al 20’ è ancora una volta il Varese che sfonda centralmente con Rivas la cui conclusione dal limite si spegne però alla destra di Berisha.
Al 24’, quasi inaspettatamente, arriva il vantaggio biancoceleste. Konko, al limite dell’area ospite, riceve il pallone da un maldestro rinvio di un difensore biancorosso e lascia partire un destro che, leggermente deviato, spiazza Pelucchini. La Lazio si sblocca e dopo due minuti raddoppia con Djordjevic che imbeccato sulla sinistra entra in area e lascia partire un siluro sul primo palo che si infila dritto all’angolino. Il Varese nonostante il doppio svantaggio non demorde e ha subito l’occasione per riaprire la partita, ma l’inzuccata ad incrociare di Borghese, che sfrutta una disattenzione di Lulic, si spegne di poco a lato. Il primo tempo termina senza particolari sussulti, eccetto per una conclusione di Keita che impensierisce l’estremo difensore del Varese che devia in angolo.

La ripresa si apre con una sostituzione per parte. Per il Varese fuori Rivas e dentro Capezzi. Pioli sostituisce invece uno spento Ederson con Braafheid. La prima azione degna di nota, così come nella prima frazione di gioco, è di marca biancorossa. Un lungo lancio dalla mediana al quarto della ripresa pesca Lupoli in area di rigore. L’ex Fiorentina, chiuso da Konko e De Vrij, tenta la conclusione che si spegne però ben alta sopra la traversa. La Lazio, forte del doppio vantaggio e dell’evidente differenza di valori in campo, si limita ad amministrare la partita cercando di tanto in tanto l’accelerazione. In una di queste, intorno al quarto d’ora della ripresa, è Konko di testa a sfiorare il terzo gol e la doppietta personale. Ma Perucchini si fa trovare pronto e respinge. Al 22’ di una ripresa caratterizzata dai ritmi bassi è il Varese a rendersi pericoloso. Ledesma perde palla sulla trequarti ed i biancorossi ne approfittano per ripartire in velocità e portare ancora Lupoli dentro l’area di rigore. Il centravanti lascia partire un sinistro potente ma che passa abbondantemente a lato della porta difesa da Berisha. La ripresa scivola via senza particolari sussulti fino a dieci dal termine quando Felipe Anderson, tra i migliori dei suoi, lascia partire un gran tiro dalla distanza che si insacca alla sinistra di Perucchini. Primo gol in maglia biancoceleste per l’ex giocatore del Santos e 3-0 Lazio. Risultato che non varierà sino al termine. Capitolini dunque qualificati agli ottavi di finale dove incontreranno il Torino.

Tabellino

Lazio: Berisha; Konko, De Vrij, Cana, Lulic (Gonzalez 27’ s.t.); Onazi, Ledesma, Ederson (Braafheid 1’ s.t.); Felipe Anderson, Djordjevic (Mauri 30’ s.t.), Keita

Varese: Perucchini; Luoni, Simic, Borghese, Fiamozzi; Zecchin, Barberis (Scapinello 30’ s.t.), Blasi, Rivas (Capezzi 1’ s.t.); Neto Pereira (Petkovic 14’ s.t.), Lupoli

Marcatori: Konko 24’p.t.; Djordjevic 26’p.t.; Felipe Anderson 35′ s.t.;

Ammoniti: Felipe Anderson 33’ p.t.; Zecchin 11’ s.t.;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy