Coppa Italia, Marino mette le mani avanti: “Carpi? Difficile”

Il Vicenza non sta attraversando un grande periodo in campionato. La zona playoff si sta allontanando e la vittoria manca da molto tempo. Marino non riesce a dare la scossa, lasciano la sua formazione in un limbo in classifica, senza nessuna vera ambizione. Nelle ultime 5 gare, una sola vittoria e 2 pareggi per le restanti 2 sconfitte. Un passo non da promozione in serie A.

Fonte: Pottercomuneo (Wikipedia)
Fonte: Pottercomuneo (Wikipedia)

La svolta della stagione potrebbe arrivare dalla coppa Italia. La competizione nazionale lascia sempre spazio a sorprese soprattutto nella fase iniziale, quella prima degli ottavi. Il Vicenza ha la possibilità di battersi con il Carpi, avversario alla portata. Con la giusta accortezza, il tecnico è convinto di poter portare a casa la qualificazione agli ottavi. Ecco le parole dell’allenatore riportate dal sito ufficiale della società: “Questa partita si colloca in un momento in cui abbiamo troppe defezioni, questo è il problema. Fa piacere andare avanti anche in Tim Cup, ma la lista odierna degli indisponibili ci impedisce di gestire bene le forze. Si torna in campo dopo pochi giorni dalla gara di Terni, ci dovrà essere, specialmente domenica, la reazione. Abbiamo disputato una gara certamente non sui nostri livelli. Il rendimento sino a qui è stato comunque positivo al di là di qualche risultato che non è arrivato“.

Il discorso torna sul campionato dove Marino tenta di spiegare l’andamento del Vicenza: “Nell’arco di una stagione capita a tutti di fare questo tipo di partite, anche alle grandi squadre. Il problema esisterebbe se questo tipo di partite si ripetessero con una certa costanza, cosa che non si è mai verificata nel nostro caso. Parlare già ora di partite determinanti, quando non siamo ancora al termine del girone di andata, mi sembra eccessivo. Il Vicenza è in linea, ci manca qualche punto ma il nostro primo obiettivo è la salvezza. In sedici gare ne abbiamo sbagliate due. Abbiamo archiviato questa partita, dobbiamo rialzarci subito. È necessario migliorare su certi aspetti, prendiamo spesso gol su calcio piazzato, non direttamente ma sulle respinte. È successo in quattro, cinque episodi che sono valsi diversi punti in meno. La squadra si è sempre isolata e concentrata sul lavoro, senza apprensione per quanto poteva succedere a livello societario anche perché la nostra quotidianità è sempre andata avanti nel migliore dei modi. La proprietà e i soci ci hanno garantito tranquillità. Il nostro unico obiettivo è impegnarci al massimo per il bene del Vicenza“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *