Lazio-Parma 2-1, le pagelle dei biancocelesti: Per(ea) un pugno di gol

La Lazio conquista un sudatissimo ottavo di finale battendo un Parma mai domo allo scadere.

Fonte: Roberto Napolitano
Fonte: Roberto Napolitano

Perea il trascinatore odierno, bene anche Onazi, Candreva entra e decide con l’assist. Ecco le pagelle complete:
BERISHA 7 – Se la Lazio si qualifica, è anche merito suo: inchioda più che possibile la porta biancoceleste, trafitta solo da Biabiany causa errore difensivo. Nel secondo tempo è fondamentale quando da terra riesce a braccare sulla linea un tiro, seppur svirgolato, di Sansone. Dai Balcani con furore.
KONKO 5.5 – Soffre terribilmente Cassano, che dalle sue parti lo salta spesso e volentieri. Migliora col finir del match, quando offre preziose sovrapposizioni a un fresco Candreva. In crescendo.
NOVARETTI 5 – E’ veramente indietro di condizione e, oltretutto, non sembra proprio avere le doti per giocare in Italia, nella quale sembra arrivato per caso. Naufrago.
dal 76′ DIAS S.V. – Dal suo ingresso il Parma si dimentica di attaccare. Coincidenza?
CIANI 6 – Primo tempo così, secondo tempo leggermente meglio per il centrale francese, che è l’unico centrale ad avere un minimo di idea quest’oggi nella Lazio. Compie uno-due salvataggi che comunque risulteranno utili alla causa. Meno peggio.
RADU 5.5 – Come Konko soffre Cassano, lui soffre Biabiany. Meno brillante del solito, esce per un fastidio al flessore. Appannato.
dal 57′ CAVANDA 6.5 – Come già ammirato nelle scorse partite, è il più in palla tra i terzini laziali. Ha grande gamba, ed è molto migliorato anche in fase difensiva. Bravo, Luis! Continuo.
BIGLIA 5 – Non ci siamo. Nel primo tempo è da galleria degli orrori e, “grazie” a due palle sanguinose perse a centrocampo, aziona due contropiedi gialloblu molto pericolosi. Sbaglia anche innumerevoli palle da calcio piazzato. Fuori giri.
ONAZI 6.5 – Si danna l’anima per tutto il match, dovendo correggere anche le incertezze di Biglia. Recupera tanti palloni, manco fosse quel vicino di casa antipatico che te li vuole bucare perché danno fastidio alle finestre… Arpione.
FELIPE ANDERSON 6 – Un passo avanti rispetto a Bologna, dove risultò impalpabile. Oggi propizia il primo gol della Lazio con una buona azione personale, conclusasi poi col tiro che Perea respinge in rete. Le azioni personali, sono appunto il suo punto forte: qualora dovessero risultare più continue, la Lazio potrebbe guadagnarci tanto. Tonificato.
EDERSON 5 – Ancora un’altra disastrosa prestazione del brasiliano, che perde tantissimi palloni e non si rende mai utile al gioco d’attacco. Che è successo a questo giocatore, che al Lione deliziava le platee? Involuto.
dal 67′ CANDREVA 6.5 – Ha la disarmante capacità di fornire assist a valanghe e oggi ne approfitta Perea al 91esimo. Da il cambio di marcia a una squadra in debito d’ossigeno, quasi fosse una bombola. Crocerossino.
KEITA 6 – Il sei è d’incoraggiamento, perché il voto reale sarebbe un cinque e mezzo. Un po’ troppe pause durante la partita, ma questo giocatorino si farà… Promessa.
PEREA 7.5 – Chi se lo aspettava? La Lazio trascinata ai quarti, se vogliamo, da uno sbarbato (come direbbero a Milano). Lo “sbarbato” però, mette in campo agonismo e voglia di lottare per tutti e 90 i minuti, ficcando dentro da vero opportunista due palle apparentemente facili ma che in realtà nascondevano delle insidie. Siamo sicuri che non c’era Klose sotto la sua sagoma? Travestito… da Superman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy