Tim Cup, Fiorentina-Carpi 0-1, pagelle viola: giocano come fosse un’amichevole e vengono eliminati

Al “Franchi” è andata in scena, in contestabile orario feriale pomeridiano, una gara in tono minore nella quale il Carpi ha eliminato la Fiorentina.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

Partita presuntuosa da parte dei viola che non hanno giocato come squadra ma come un gruppo senza testa.

Bocciati tutti, nessuno escluso, a parte Paulo Sousa che si è prodigato nell’incitare i suoi per tutta la partita. Onore agli emiliani.

PAGELLE FIORENTINA

SEPE 5,5: diverse incertezze. Nessuna colpa sul gol.

TOMOVIC 5,5: il miglior difensore nella gara di oggi ma sbaglia a coprire su Di Gaudio che segna il gol decisivo. Ha dimostrato comunque attaccamento e impegno.

GONZALO RODRIGUEZ 6: sottotono ma non male, fino all’espulsione frutto di nervosismo e stanchezza mentale

ASTORI 5: commette due o tre errori di superficialità in disimpegno, che non sono più giustificabili, dopo quello che ha portato al gol della Juventus nella partita precedente.

PASQUAL 6: si impegna molto ma poi deve gettare la spugna per infortunio. (dal 9′ s.t. ALONSO 5: vergognoso. Evidentemente non era la Cuadrado-fobia a limitarlo, è proprio questione di testa ma non di condizione fisica perchè la galoppata e le gambe dimostra di averle).

BERNARDESCHI 6: cerca molto il pezzo da solista ma partecipa anche alle dinamiche di squadra. Nel secondo tempo, come in altre partite, non viene mai servito quando libero e/o in buona posizione.

VECINO 5,5: troppo limitato al compitino senza visione del gioco. Meriterebbe un po’ di riposo se la squadra avesse dei ricambi validi. (dal 33′ s.t. ROSSI 5: dà l’idea di non essere più in grado neanche di controllare la palla all’altezza della categoria).

BADELJ 6: geometra solito con immane rallentamento della manovra e con certe finezze che non gli appartengono. Coglie la traversa con un tiro sicuro e a porta vuota

REBIC 4: è ora che cambi categoria e squadra. Mediocre in tutto. Certi giocatori non sono degni di questa definizione.  (dal 1′ s.t. ILICIC 5: indisponente. Non ha mostrato voglia di vncere e impegno. Corre quando vuole, non segue l’azione, non è riuscito tecnicamente nel suo ruolo).

KALINIC 5: spento, lento, impacciato.

BABACAR 4,5: ha probabilmente raggiunto il suo scopo di vita, ovvero calciatore professionista, tanti soldi, buon ambiente, ecc. Così il suo impegno è molto aleatorio. Non bastano alcuni gol decisivi per farne un campione. E i colpi di tacco sarebbe bene li lasciasse ad altri. Questa non è solo la sintesi della sua partita di stasera ma quella di tutta la stagione, fino ad oggi trascorsa.

Allenatore PAULO SOUSA 6: ha forse predicato nel deserto. La squadra è calata in concentrazione e impegno. Non è seguito dai singoli nelle indicazioni. Speriamo si sia trattato solo di un episodio.

Arbitro Sig. GERVASONI 6,5: una discreta direzione di gara, anche se talvolta sorvola o interviene su situazioni in modo tutto suo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *