Benitez sogna in grande: “Il mio Napoli come l’Atletico Madrid. Voglio il Siviglia in finale di Europa League”

Rafael Benitez protagonista sulle frequenze della radio spagnola Cope.

Fonte: www.foto-calcio-napoli.it - Danilo Rossetti
Fonte: www.foto-calcio-napoli.it – Danilo Rossetti

Il tecnico del Napoli ha parlato della stagione degli azzurri e dell’attuale momento di forma, tirando una sorta di bilancio: “In questa stagione le cose stanno andando abbastanza bene. Ad oggi, abbiamo già vinto la Supercoppa Italiana, un trofeo ottenuto contro un avversario dal grande valore come la Juventus, e questo è qualcosa di molto importante che ci tengo a sottolineare. Inoltre, siamo in semifinale di Coppa Italia dove abbiamo pareggiato 1-1 contro la Lazio fuori casa e adesso ci attende il ritorno, in cui ci giocheremo le nostre chance di raggiungere un’altra finale. Siamo giunti anche ai quarti di finale di Europa League, Sono trascorsi 26 anni dall’ultima volta che questo club è riuscito ad arrivare così lontano in una competizione continentale. É dall’epoca di Diego Armando Maradona che la società non raggiunge un traguardo simile“.
Non possono mancare paragoni tra Italia e Spagna: “Sicuramente la Juventus e la Roma hanno capacità economiche superiori, e non sono le uniche. In un certo senso – si legge su tuttomercatoweb.comil Napoli somiglia al mio Valencia o all’attuale Altletico Madrid. A volte, però, squadre dal minor potenziale economico, tramite l’unione, il lavoro di gruppo e l’attitudine, raggiungono risultati importanti, superando rivali potenzialmente molto più forti. Anche questo è il bello del calcio“.
Infine, Benitez sogna in grande: “Se dovessimo raggiungere la finale dell’Europa League di Varsavia, in verità non mi preoccuperebbe più di tanto chi sarà il nostro avversario. Se una squadra è arrivata fino a lì, chiaramente lo ha meritato e quindi, sarà senza dubbio, una squadra forte, una rivale potente, un’avversaria complicata. Mi piacerebbe una finale con il Siviglia, però, dovendo essere coerente, basandomi sul gran numero di squadre di questo paese che hanno passato più di un turno, anche una finale tutta italiana non sarebbe male“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy