Torino, Maxi Lopez: “A Bilbao tutto è ancora possibile”

Il Torino pareggia con l’Athletic Bilbao grazie alla doppietta di Maxi Lopez che non demorde: “Dobbiamo vincere la guerra in campo”.

Maxi Lopez - Fonte:  NH Hoteles (Flickr)
Maxi Lopez – Fonte: NH Hoteles (Flickr)

Nonostante i due gol firmati Maxi Lopez non si va oltre il pareggio all’Olimpico: “E’ un peccato perché abbiamo fatto una grande prestazione. Eravamo consapevoli che l’Athletic Bilbao era una squadra difficile da affrontare e che non avrebbe mollato fino alla fine. Avendo trovato loro il secondo gol dovremo andare a Bilbao e continuare quello che abbiamo iniziato e vincere la guerra in campo”. Tutto può accadere, tutto può invertirsi, questo è certo, e Maxi Lopez, come tutta la squadra, ci crede: “Eccome se ci crediamo, è uno stadio bello il San Mamés e come qui all’Olimpico la gente spinge tanto la propria squadra. Sicuramente sarà una bella sfida”. Ma prima un altro impegno: quello di campionato con la trasferta a Firenze. “Sì, ci alleneremo subito per questa partita in modo da continuare a conquistare punti. La Fiorentina va in campo sempre ben organizzata e gioca bene, sarà una partita difficile, ma se giocheremo da Toro come stiamo facendo in campionato, secondo me, possiamo fare punti anche a Firenze”, ha dichiarato il neo acquisto granata che nella sua intervista ha poi continuato ad analizzare la gara contro la compagine basca. Si è visto un arbitraggio onesto? “Secondo me l’arbitro ha fatto un arbitraggio pulito, l’Athletic gioca bene e ha esperienza internazionale. Il Toro ha dimostrato per parte della gara di giocare meglio, di saper approfittare degli spazi e se quella giocata di Martinez fosse terminata con un gol staremmo parlando di tutt’altra partita. Al di là del risultato finale abbiamo fatto una grande prestazione contro una squadra che ha esperienza nelle coppe e quindi terminare la partita con un vantaggio sarebbe stato meglio, però la qualificazione è ancora aperta e dovremmo andare a Bilbao e fare altri novanta minuti per cercare di ribaltare la situazione. Il San Mamés è un bello stadio e il contesto è interessante”. Forse serviva una maggiore convinzione nel secondo tempo ma ancora è tutto possibile e dalle parole di Maxi Lopez emerge la volontà di tentare l’impresa per superare il turno:”L’ho detto nella conferenza stampa che ha preceduto questa gara, la sfida si sviluppa sui centottanta minuti, quindi bisogna andare a Bilbao ed essere intelligenti in modo da fare la nostra partita perché è tutto ancora possibile, al di là del loro secondo gol possiamo fare risultato. Sì, siamo all’altezza per farcela, come squadra trattiamo bene il pallone e sappiamo anche sfruttare le palle inattive. L’Athletic è una squadra forte, ma dovranno fare la partita anche loro a Bilbao e noi dovremmo approfittare di ogni occasione e se staremo bene e daremo il cento per cento ce la potremmo fare”. I granata oseranno un po’ di più a Bilbao? Quali gli ingredienti per affrontare il ritorno? Le squadre spagnole fanno molto possesso palla e sanno giocare, quindi alle volte bisogna scegliere i momenti giusti e dovremo, come dicevo, essere intelligenti e saper usare la nostra forza. Adesso prima di tutto dobbiamo pensare alla partita di domenica con la Fiorentina, sarà difficile e i viola stanno andando bene in campionato e trattano bene il pallone come ha fatto il Bilbao. Dalla prossima settimana penseremo alla gara di ritorno, ma, secondo me, ci sono possibilità per il Torino di passare il turno, la squadra é forte e gioca bene a calcio e può fare l’impresa”. Ed infine l’approdo a Torino per l’attaccante che ha da subito dato il suo importante contributo alla squadra di Ventura: “Fiducia. La società, l’allenatore e i compagni mi hanno dato la carica giusta cosa che nell’ultimo periodo a Verona non avevo e non trovavo spazio in campo. Sono molto contento per tutto il sostegno che mi hanno dato qui a Torino, ma anche a Verona all’inizio mister Corini aveva tanta fiducia in me e ieri ho ricevuto un suo messaggio che mi ha fatto tanto piacere. Ci sono tante cose e uno cerca di farsi forza in modo da andare avanti, oggi sono in una società seria e in un contesto importante com’è l’Europa League”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy