Fiorentina-Palermo 0-0, pagelle viola: un punto, per obbligo di presenza, ma senza impegno (e senza dignità)

La Fiorentina conclude il suo campionato davanti al proprio pubblico, pareggiando con il Palermo, una partita senza contenuti e senza impegno.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

Standing ovation per Manuel Pasqual che lascia la maglia viola dopo 11 anni di militanza.

Adesso per la Viola, la partita pro-forma a Roma con la Lazio e poi deve riprendere il cammino nel segno di un progetto che la proprietà sbandiera da tempo ma che non si è, per adesso, ancora mai concretizzato pienamente.

Paulo Sousa resta. La stagione dell’allenatore viola e della sua squadra (e della società) si può riassumere in uno striscione della Curva Fiesole: “Chi non trasmette passione, produce solo delusione“.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU s.v.: il Palermo non ha mai tirato in porta.

RONCAGLIA 6: ordinaria amministrazione. Forse anche per lui è stata l’ultima partita in viola.

GONZALO RODRIGUEZ 5,5: ha tirato un po’ i remi in barca.

ASTORI 6: solito impegno ed oggi anche con qualche puntata offensiva

PASQUAL 6: non ha fatto praticamente nulla. E’ stata la sua ultima partita con la maglia della Fiorentina e lo stadio gli ha tributato tutta la sua riconoscenza e gratitudine per 11 anni di attaccamento alla maglia.  (dal 15′ s.t. ALONSO 5,5: a parte una corsetta e un tiro, non ha fatto nulla)

BERNARDESCHI 4: il peggiore in campo in assoluto; la testa è altrove, forse agli Europei (sempre che Conte lo convochi) o in vacanza. Non stoppa una palla a modo, non controlla la palla in corsa e spesso fa sfumare l’azione. Le buone parole nelle interviste non contano nulla.

BADELJ 5: assolutamente sterile. Vuole andare a giocare la Champions: si può e si deve accomodare, nessuno lo rimpiangerà.  (dal 41′ s.t. VECINO s.v.)

BORJA VALERO 6: ha giocato per un tempo e mezzo, poi si è limitato a stare sulla trequarti e controllare la gara piatta.

ILICIC 5,5: ha fatto il minimo sindacale. Non ha mai tirato in porta.  (dal 10′ s.t. MATI FERNANDEZ 5,5: si è percepita a fatica la sua presenza in campo)

ZARATE 6: continua a fare l’egoista ma rispetto al gioco scarso della squadra, è stato l’unico a portare un po’ di scompiglio nei reparti arretrati del Palermo.

KALINIC 5,5: per il gioco del calcio l’attaccante bravo fa i gol e si crea le azioni e gli spazi per farlo. Lui da febbraio non ha più fatto niente di tutto questo, quindi è un giocatore comune…

Allenatore PAULO SOUSA 5: squadra senza motivazioni, senza idee, senza dignità nel rispetto dei 30mila che la seguono al “Franchi”: la colpa è sua e del suo staff.

Arbitro Sig. ORSATO 6: direzione senza alti né bassi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *