Soli contro tutti – I migliori (ed i peggiori) portieri della 25a giornata

La 25a giornata passerà alla storia come una delle più polemiche degli ultimi dieci anni (almeno…). Tutte le attenzioni sono concentrate sugli errori arbitrali di Milan-Juventus ed il resto del turno passa in secondo piano anche se non sono mancate le belle partite. E come al solito non sono mancate neppure le ottime prestazioni dei portieri, ancora una volta più numerose rispetto a quelle negative. Un raggio di sole in un fine settimana di nubi sul campionato.

 

Da segnalare anche l’attacco frontale di stampa e TV  a Gianluigi Buffon, reo di avere ammesso sinceramente che non avrebbe mai detto all’arbitro che il pallone colpito da Muntari avesse superato la linea di porta. Analizzando l’attacco più profondamente si può capire come questo sia contro tutti i portieri, messi in cattiva luce da gente che probabilmente non ha mai giocato a calcio in vita propria. Nella tensione della partita spesso non ci si rende conto della posizione in cui si para ed è naturale che in caso di dubbio si portino avanti le proprie ragioni. Le offese a Buffon sono moralisticamente false, gratuite ed ingenerose. Tutti questi commenti negativi non ci furono dopo le proteste del portiere su rigore calciato da Zidane nella finale dei Mondiali 2006. Come mai? Eppure anche il quel caso il pallone superò la linea e le proteste di Buffon furono anche più veementi.

Ma ora torniamo al campo, alle parate ed agli errori. La vera anima del calcio.

 

I voti della Gazzetta dello Sport sono in media con i risultati positivi stagionali. Con sedici portieri sufficienti (voti tra 6 e 7,5) e quattro non sufficienti (voti tra 5 e 5,5) la giornata è più che positiva.

 

I migliori:

Nonostante le critiche (risibili) sul suo comportamento in campo nessuno può negare la straordinaria prestazione di Gianluigi Buffon, primo classificato della 25a giornata.  In una serata apparsa subito storta per la sua Juventus ha saputo tenere in piedi la squadra con grandi parate e un temperamento da vero capitano. Tagliato fuori dalla deviazione di Bonucci sul goal rossonero non è potuto intervenire. Da quel momento il numero uno sprona i compagni (sopratutto i difensori). La parata più bella della giornata la compie nell’azione vista e rivista decine di volte questo fine settimana: il goal annullato a Muntari. Poco prima Buffon compie una parata straordinaria, andando ad intercettare un colpo di testa di Mexes forte e basso. Il bianconero scende a terra in pochissimo tempo, con un’agilità estrema, respingendo con la mano sinistra il pallone che finirà addosso a Muntari. Anche se oltre la linea il pallone toccato dal centrocampista rossonero è parato da Buffon, molto reattivo anche in questa occasione. In tutto il match non ha sbagliato un’uscita, restando concentrato. È davvero lui l’arma in più di questa stagione, non ha praticamente sbagliato una partita. Il livello di forma è altissimo e qualcuno ha paragonato questo periodo di forma come quello, favoloso, attraversato nel Mondiale 2006. Se per gli Europei 2012 manterrà questo rendimento l’Italia avrà più di una possibilità di lottare per il titolo.

 

L’ennesimo podio stagionale per Massimiliano Benassi, questa settimana al secondo posto.  Uno dei pochi giocatori del Lecce costante da inizio stagione, sia quando la squadra perdeva a ripetizione sia da quando con Serse Cosmi ha ritrovato fiducia e risultati. È protagonista nell’importante vittoria sul campo del Cagliari che fa alzare l’asticella dei punti salvezza. Si supera in due occasioni: la più bella parata la compie deviando un colpo di testa di Larrivey sul 2 a 1 leccese. Cross in mezzo per l’attaccante rossoblu che da solo colpisce a botta sicura verso l’angolino alla sinistra di Benassi, che si supera andando a respingere a terra.  Poco prima invece non si fa ingannare dalla strana traiettoria del tiro cross di Thiago Ribeiro deviando il pallone sulla traversa. La stagione è ancora lunga ma Benassi si sta facendo trovare sempre pronto ed è sicuramente uno dei portieri rivelazione di questo campionato. Il Lecce può avere più possibilità di salvezza anche grazie a lui, le altre pretendenti a rimanere in Serie A non possono schierare portieri del calibro di Benassi.

 

Il terzo posto se lo aggiudica Federico Marchetti. La partita tra Lazio e Fiorentina è bruttina ed uno dei gesti più belli è stato un pregevole intervento del numero uno biancoceleste. Ad inizio ripresa i viola i fanno pericolosi e un colpo di testa di Nastasic costringono Marchetti ad un intervento stilisticamente perfetto e di notevole difficoltà. Il volo del portiere è magnifico e decisivo nel deviare il pallone. Con una forte spinta delle gambe e un gran colpo di reni Marchetti alza il pallone da sotto la traversa con il braccio destro. Per il resto del match non deve compiere  altri interventi difficili ma è sempre attento, ed in una partita così importante tutto ciò è fondamentale. Il portiere della Lazio pur non esprimendosi sempre ai suoi livelli sta meritando il posto da titolare in una squadra che ambisce alla Champions League.

 

I peggiori:

Non vi sono stati errori clamorosi nella 25a giornata. Tuttavia alcuni portieri hanno responsabilità  su qualche goal. Tra questi Michael Agazzi e Samir Ujkani. Entrambi lasciano l’impressione di poter fare qualcosa di più sui goal. Agazzi sul primo goal leccese e Ujkani sul terzo goal del Catania. Niente di grave comunque, solo piccolissime incertezze più che naturali.

 

 

Per leggere le altre puntate di Soli contro tutti clicca QUI

 

Antonello Olivari – Twitter @anto_olivari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy