Albania, parla De Biasi: “Quanto accaduto è gravissimo”

L’Albania di Gianni De Biasi non è riuscita a concludere la propria gara esterna contro la Serbia valida per le qualificazioni ad Euro2016 a causa degli incidenti accaduti in chiusura di primo tempo, in seguito al passaggio sopra lo stadio di Belgrado di un drone inneggiante rivendicazioni politiche sul Kosovo.

Stadio (Autore: Remi de Nimega Fonte: Flickr.com)
Stadio (Fonte: Remi de Nimega, Flickr.com)

E così il match fra Serbia ed Albania è stato prima momentaneamente e poi definitivamente sospeso dall’arbitro inglese Atkinson, trasformandosi in un vero e proprio Far West a causa dell’ingresso di numerosi tifosi serbi in campo che hanno scatenato una rissa generale insieme ai calciatori contro la formazione di De Biasi. Anche sugli spalti gli scontri sono stati durissimi, costringendo il direttore di gara a non riprendere la contesa. L’ex allenatore di Modena e Brescia ha parlato di quanto accaduto a La Gazzetta dello Sport: “E’ stata un’esperienza assolutamente traumatica. Quanto accaduto è gravissimo. L’ingresso dei tifosi in campo ha fatto sì che si scatenasse il finimondo sul terreno di gioco. Fino a lì avevamo giocato bene, peccato non aver potuto concludere la gara (sospesa sullo 0-0, ndr). Quattro dei miei giocatori sono stati aggrediti non solo da tifosi e calciatori serbi in campo, ma anche dal servizio d’ordine. E’ un fatto estremamente grave”.

Questa la testimonianza di De Biasi, con l’Albania che ha fatto rientro nella notte in patria attraverso un volo charter, attesa in aeroporto a Tirana da ben cinquemila tifosi locali.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy