Copa America: festa Argentina, Aguero stende l’Uruguay

Arriva nella partita più difficile e sentita il primo squillo dell’Argentina in questa Copa America: 1-0 il finale a La Serena nel Clásico rioplatense vinto contro l’Uruguay grazie ad un gol di Sergio Aguero.

Fonte: Fanny Schertzer Wikipedia
Fonte: Fanny Schertzer Wikipedia

Nel primo tempo si vede in campo una squadra sola, l’Albiceleste del Tata Martino che impone il proprio gioco contro un Uruguay troppo schiacciato indietro e privo di idee. Il gioco corale argentino porta a diverse occasioni già nel primo tempo a partire da un destro di Di Maria ben respinto da Muslera; segue un’enorme chance col il Kun Aguero che non riesce a dare la giusta forza ad un pallone scodellato in area da Leo Messi.

Il fuoriclasse del Barcellona manda in crisi Alvaro Pereira sin dai primi minuti pur non creando nulla di eccezionale con la palla tra i piedi; l’Uruguay ci mette tanto a prendere le misure alla Pulce argentina e nella prima frazione di gioco trova solo una chance in attacco con Rolan che non è preciso con il suo colpo di testa.

Nella ripresa arriva immediatamente il vantaggio dell’Argentina: Zabaleta trova un cross vincente dalla destra per la testa del Kun Aguero che prende il tempo a tutta la difesa della Celeste e segna il suo secondo gol in Copa America. Vero e proprio animale di questa competizione, l’attaccante del Manchester City è il giocatore ad aver segnato più gol nelle ultime due edizioni.

L’Argentina ha le sue chance per chiudere la partita ma nel momento clou arriva la temuta reazione uruguayana guidata da un rabbioso Cavani: la carica la suona proprio il Matador che con un tiro violento di destro spaventa per la prima volta Romero. La grande occasione per i charrua però arriva su un tiro dalla distanza di Maxi Pereira mal trattenuto dal Chiquito sulla quale respinta Rolan fallisce clamorosamente a porta sguarnita.

L’ultimo jolly di Tabarez è Abel Hernandez che entra e sfiora subito il gol costringendo Sergio Romero ad una parata da grande numero uno. L’Argentina contiene finché può e tenta addirittura di chiuderla con due sberle di Messi da fuori area senza però trovare lo sprint giusto per evitare l’agonia finale.

Il gol di Aguero verrà comunque difeso con successo e i tifosi argentini possono festeggiare la vittoria nel Clásico rioplatense che regala la giusta rivincita dopo l’umiliante eliminazione ricevuta quattro anni fa nell’edizione casalinga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy