Copa America: Messico eliminato, l’Ecuador sogna il miracolo

Il Gruppo A di Copa America apre la giornata conclusiva della competizione con la partita tra Ecuador e Messico, vinta dalla Tricolor di Quinteros che condanna i rivali all’eliminazione e rimane ancorato alla speranza di passare come una delle due migliori terze.

Fonte: KrIsTiAn GuIlLeN (wikipedia.org)
Fonte: KrIsTiAn GuIlLeN (wikipedia.org)

Il Messico accusa il peso della pressione sin da subito: la squadra del Piojo Herrera, obbligata almeno a pareggiare per continuare il proprio cammino, non ha lo stesso piglio della gara precedente giocata contro il Cile e affonda sotto i colpi di un attacco scatenato come quello ecuadoriano.

Ayovì, Enner Valencia e Bolaños dominano i primi minuti di gioco con fraseggi nello stretto interessanti che regalano all’attaccante dell’Emelec anche la chance dell’1-0 dopo pochi minuti. Sfumata la grande occasione per il vantaggio la Tricolor si appoggia alle geometrie di Ibarra, capace di dare alla sua prima da titolare gli impulsi giusti ad una squadra troppo sgretolata nella gare iniziali.

Il vantaggio arriva attorno alla mezz’ora grazie ad una ripartenza magistralmente gestita da Valencia e Bolaños con quest’ultimo chiamato solamente ad appoggiare in gol l’assist dell’attaccante del West Ham.

Timido e inconsistente il risveglio del Messico che non riesce a far carburare il proprio due d’attacco e va al ritmo di un altalenante Corona.

Nella ripresa l’Ecuador mette il punto esclamativo sulla gara grazie ad un gol che arriva sempre sul solito asse: Bolaños stavolta serve l’assist per Valencia che davanti a Josè Corona è glaciale e piazza il suo piattone all’angolino mettendo in ginocchio il Messico.

In maniera piuttosto casuale el Tri del Piojo Herrera, finora pericoloso solo con un tiro di Vuozo a inizio ripresa, riesce a riaprire la gara grazie ad un rigore: un salto scomposto di Achilier sugli sviluppi di un corner viene ritenuto falloso dall’arbitro Argote che assegna la massima punizione; dal dischetto Raul Jimenez non sbaglia e infiamma il finale di gara.

Il Messico tenta in tutti i modi di pareggiarla, rischiando in contropiede anche il gol del definitivo KO: all’ultimo minuto arriva la colossale palla gol per Vuozo che dopo una pessima uscita di Dominguez calcia a porta vuota sfiorando solamente il palo.

Finisce dunque 2-1 a Roncagua tra Ecuador e Messico: la squadra del Piojo Herrera abbandona la competizione mentre quella di Quinteros oltre a regalare la matematica qualificazione alla Bolivia, può sperare anche nella propria ma dovrà attendere le partite degli altri gruppi nella speranza che almeno una delle altre due terze abbia una differenza reti inferiore al -1 della Tricolor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy