Coppa d’Africa, la Costa d’Avorio va ai quarti: battuto 1-0 il Camerun

Missione compiuta per la Costa D’Avorio. Gli ivoriani, infatti, approdano ai quarti di finale di Coppa d’Africa battendo in un vero e proprio spareggio un irriconoscibile Camerun, eliminato dalla competizione, per 1-0 grazie al goal di Max Gradel nel primo tempo.

Fonte immagine: abolireildormiveglia da Flickr
Fonte immagine: abolireildormiveglia da Flickr

Le due squadre sanno che il match è un vero e proprio spareggio e sin dai primi minuti giocano su ritmi elevatissimi: è la Costa D’Avorio ad avere la prima occasione dopo appena cinque minuti con Bony che devia verso la porta il cross di Gradel ma il portiere camerunense Ondoa respinge d’istinto. La risposta dei Leoni Indomabili non tarda ad arrivare ed al 13° minuto sfiora il vantaggio sugli sviluppi di una punizione battuta da Moukandjo dove Etoundi trova la deviazione di testa ma la palla va di poco sopra la traversa. La Costa D’Avorio sembra voler fare la partita a differenza del Camerun che si affida più alle ripartenze in attacco e alle parate di Ondoa nelle retroguardie visto che l’estremo difensore camerunense salva il risultato al 19° minuto su un colpo di testa di Yaya Tourè. Al 36° minuto, però, la Costa D’Avorio passa in vantaggio con Gradel che insacca con un perfetto destro all’incrocio dei pali: è 1-0 per gli elefanti. Sul finale di tempo il Camerun ha l’occasione per agguantare il pari con Salli ma il portiere ivoriano Gbohouo agguanta facilmente.

Nella ripresa il CT camerunense Finke prova a smuovere i suoi mettendo in campo Aboubakar ad inizio del secondo tempo per cercare un assalto disperato: i Leoni Indomabili, crescono tenendo molto la palla tra i piedi ma il possesso è sterile e la prima occasione della ripresa arriva al 53° minuto con Bedimo che con un tiro al volo trova la respinta di Gbohouo. Gli ivoriani non stanno a guardare ed al 64° minuto sfiorano il raddoppio con Wilfred Bony che ruba la palla a N’Koulou e conclude due volte verso la porta camerunense ma Ondoa salva il risultato. Il secondo, però, è avaro di emozioni visto che gli elefanti ivoriani, complice il vantaggio, non spingono mentre il Camerun, nonostante i tre cambi super offensivi, e dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Eric Arnaud Otogo Castane fischia la fine dell’incontro che sancisce il passaggio ai quarti della Costa D’Avorio e la contemporanea eliminazione, quasi a sorpresa, del Camerun.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy