Coppa d’Africa: Mayuka-goal, Zambia in finale. Eliminato a sorpresa il Ghana

La Coppa d’Africa 2012 non ha terminato la sua serie infinita di sorprese. Lo Zambia a sorpresa batte in semifinale i favoriti del Ghana per 1 a 0. A decidere l’incontro è un goal di Emmanuel Mayuka, centravanti dello Young Boys di Berna, che raggiunge la vetta della classifica cannonieri del torneo a quota 3 reti assieme ad altri 5 calciatori. 

Fonte immagine: Kwmrm93 da Flickr. Nella foto Asamoah Gyan che si è fatto parare un rigore dal portiere avversario Mweene.

Partita a ritmi blandi quella giocata a Bata, nella Guinea equatoriale. Il Ghana fa la partita e dopo 7 minuti ha l’occasione per sbloccare il match; Kwadwo Asamoah viene atterrato in area, per l’arbitro è calcio di rigore: si incarica della trasformazione Asamoah Gyan, ma la sua conclusione viene intercettata dal portiere dello Zambia Mweene. Ci provano ancora le Black Stars, prima con Gyan che sulla sua strada trova ancora l’estremo difensore zambiano, e poi con Jordan Ayew che liscia incredibilmente il pallone davanti alla porta avversaria.

Nella seconda frazione il leitmotiv della partita non cambia: sono ancora i ghanesi ad avere il pallino del gioco, senza riuscire tuttavia, a creare pericoli concreti agli avversari. Ripresa ancor più avara di emozioni che arrivano solo su calcio piazzato, con le Black Stars che cercano di sfruttare i loro centimetri per colpire: ci provano di testa prima il difensore centrale Boye e poi ancora Gyan per due volte, ma senza successo. Nel finale il match si accende. Al minuto 77′ a sorpresa passa lo Zambia: nella prima vera occasione per la squadra di Renard, il neo-entrato Mayuka raccoglie spalle alla porta un pallone al limite dell’area e, senza neanche guardare, fa partire un destro a giro che si infila nell’angolino basso alla sinistra dell’incolpevole Kwarasey. I favoriti accusano il colpo e si riversano con la forza della disperazione nella metà campo avversaria. Poco prima del vantaggio arancioverde, il Ghana aveva perso il capitano Mensah per infortunio, e l’attaccante Asamoah Gyan sostituito inspiegabilmente dal ct Stevanovic. Come se non bastasse i ghanesi restano in dieci all’83’ per l’espulsione di Derek Boateng, ammonito per la seconda volta.

Il Brasile d’Africa carica a testa bassa cercando con insistenza il pareggio: il forcing finale produce una grandissima occasione con Vorsah, che dagli sviluppi di un calcio d’angolo calcia a botta sicura, ma il difensore Nkausu si immola salvando il risultato, stroncando le residue speranze ghanesi. Finisce 1 a 0 per lo Zambia che raggiunge per la terza volta il traguardo storico della finale. Gli arancioverdi affronteranno nell’ultimo match la vincente dell’altra semifinale Mali-Costa d’Avorio. La nazionale allenata da Hervè Renard nella propria storia aveva già assaporato il trofeo in due occasioni, nel 1974 e nel 1994, perdendo la finalissima in entrambe le edizioni rispettivamente contro Zaire e Nigeria. Chissà che questa non sia la volta buona per mettere finalmente in bacheca il trofeo. Nella Coppa d’Africa delle sorprese, tutto può succedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy