Coppa d’Asia: l’Australia vince all’esordio contro il Kuwait

Esordio vincente in Coppa d’Asia per l’Australia che davanti al proprio pubblico cala il poker contro il meno quotato Kuwait.

Bresciano e Cahill - Australia Fonte: Amyogeek (Flickr.com)
Bresciano e Cahill – Australia
Fonte: Amyogeek (Flickr.com)

La partita comincia malissimo al Rectangular Stadium di Melbourne per i socceroos che dopo un timido approccio si trovano inaspettatamente sotto a causa del gol di testa di Fadhel sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra dove la difesa australiana rimane immobile.

La partita del Kuwait però si stoppa al minuto 8 quando i blu decidono di blindare il gol di vantaggio rinunciando di fatto a giocarsi la partita a viso aperto. L’Australia fatica a trovare gli spazi giusti a causa di un attacco troppo statico che non riesce a penetrare la foltissima difesa kuwaitiana. Bastano poche accelerazioni di Kruse e Luongo per mandare in tilt gli avversari ma i socceroos ci arrivano troppo tardi. Alla mezz’ora lo stesso Luongo al suo primo vero lampo di giornata trova in area Cahill che da pochissimi metri fredda Youssef e pareggia i conti.

Dopo il pareggio la gara si fa più facile per l’Australia che gioca più sciolta e  libera mentalmente: pochi minuti più tardi la rimonta viene completata grazie al cross di Franjic che trova la deviazione aerea di Luongo bravo ad anticipare tutti (Cahill compreso) e a mettere il pallone in fondo al sacco.

Nella ripresa il Kuwait continua a non essere in partita e rabbrividisce prima con un tiro di Cahill respinto da Youssef e poi con un sinistro micidiale di Leckie che centra la traversa. Il tris australiano arriva ugualmente perché una sciocchezza dell’inesperto Sultan Al Enzi porta ad un fallo in area ai danni di rigore che viene giustamente assegnato dall’uzbeko Irmatov. Dal dischetto capitan Jedinak mette a sedere Youssef chiudendo di fatto la partita.

Sul 3-1 il Kuwait prova a giocarsela di più grazie agli ingressi di Al Matoug, Yousef e Al Mutawa (bomber della squadra inspiegabilmente escluso dai titolari) e trova qualche conclusione interessante verso la porta di Ryan oltre che un palo colpito da El Ebrahim dal limite dell’area.

Nel finale c’è però spazio per il quarto gol dell’Australia che chiude definitivamente i conti con Troisi, autore di un ottima ripresa e spietato finalizzatore in un’occasione creata da Leckie sulla sinistra e trasformata in gol proprio dal numero 14 della squadra di Postecoglu.

Il finale pesante condanna un Kuwait troppo rinunciatario dopo l’inaspettato 0-1: l’Australia ha tardato a venire fuori ma è cresciuta costantemente con il passare dei minuti fino a trovare i giusti ritmi ed i gol necessari per cominciare al meglio la Coppa d’Asia casalinga.

L’altra gara del Gruppo A si giocherà domani alle 6.00 ora italiana tra Corea del Sud e Oman. Il programma di domani della Coppa d’Asia prevede anche le partite del Gruppo B Arabia Saudita-Cina e Uzbekistan-Corea del Nord.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy