Euro2016, Gruppo A: a Lens Albania-Svizzera 0-1

Seconda gara dell’Europeo e del Gruppo A che vede affrontarsi a Lens l’Albania, allenata dall’italiano De Biasi ed alla prima storica partecipazione alla fase finale di un Europeo, e la Svizzera, allenata dall’ex allenatore della Lazio Petkovic.

Fonte: TaraO (Opera Propria - Wikipedia.org)
Fonte: TaraO (Opera Propria – Wikipedia.org)

Nel primo tempo inizio gara prepotente della Svizzera, che al 5′ passa in vantaggio, con la rete di Schar su azione d’angolo, anticipando Berisha che sbaglia il tempo dell’uscita. Insistono i rossocrociati, che al 16′ sfiorano il raddoppio, con Seferovic che va via ad un avversario e, appena entrato in area, calcia, trovando la parata del portiere albanese. Sale l’Albania, e al 32′ Sadiku si presenta su assist di Hisaj a tu per tu con Sommer, facendosi parare la conclusione; al 37′ la squadra di De Biasi resta in 10, per l’espulsione per doppia ammonizione del capitano ex Lazio Cana (primo fallo brutto a centrocampo, nel secondo fallo intercetta con la mano un pallone diretto a Seferovic che andava tutto solo in porta): sulla punizione successiva palo colpito da Dzemaili. Ancora Dzemaili protagonista al 41′ quando, servito da Lichtsteiner, calcia di poco a lato; mentre un minuto più tardi ci prova Seferovic che trova la parata in angolo di Berisha.
Nella ripresa Svizzera pericolosa, con la conclusione di Seferovic al 53′ parata ottimamente da Berisha. Al 67′ è ancora l’ex attaccante della Fiorentina a rendersi pericoloso, presentandosi tutto solo davanti a Berisha su verticalizzazione di Embolo, con il portiere laziale che para di piede; al 75′ ci prova anche Embolo con un destro a giro che termina di poco alto. Passano due minuti e Hisaj verticalizza per il neo entrato Cikalleshi che da buona posizione spara sull’esterno della rete; all’ 80′ ci prova dal limite dell’area Shaqiri, facile la parata di Berisha. All’ 87′ Albania vicina al pari, con Gashi che si presenta tutto solo davanti a Sommer, ha anche il tempo di prendere la mira e calciare, splendido il riflesso dell’estremo difensore svizzero che a mano aperta devia in angolo. Finisce qui, la Svizzera vince 1-0 contro una buona Albania, nonostante la squadra di De Biasi abbia giocato quasi un’ora in inferiorità numerica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *