Europei U21, l’Italia dà spettacolo ma non basta: 1-3 all’Inghilterra, azzurrini out

Partita da dentro o fuori per gli azzurrini: l’Europeo Under 21 offrre una sfida ad alta tensione tra Italia ed Inghilterra dove in palio c’è il superamento della fase a gironi. Per questa sfida Di Biagio si affida al 4-3-3, schierando in avanti il tridente formato da Berardi, Trotta e Belotti; i britannici di Southgate rispondono con un 4-2-3-1, giudati in avanti dalla rivelazione Harry Kane.

italia
Fonte: Nazionale Calcio (Flickr.com)

I primi minuti sono ad appannaggio degli inglesi: al 4′ brividi azzurri su una deviazione di Rugani che concede un calcio d’angolo agli avversari. Pronta reazione dell’Italia, al 6′ con mischia da angolo non concretizzata ed al 10′ con un tiro dai 30 metri di Berardi: palla alta. La prima vera occasione è però per l’Inghilterra, con Ings lanciato sulla sinistra e che arriva a tu per tu con Bardi, ma l’attaccante del Liverpool mette la palla a lato. Palla mancata di un soffio da Belotti, che al 19′ a due passi dalla porta non trova la deviazione vincente e Butland blocca la sfera. Ancora inglesi pericolosi al 22′: lancio a tagliare di Jenkinson per Kane, che mette giù la palla e si accentra saltando Zappacosta, sgancia poi un bolide dal limite che Bardi con la mano di richiamo riesce a spazzare. Ma è l’Italia a trovare il vantaggio due minuti più tardi: lancio dalla trequarti in mezzo all’area, dove c’è Belotti ad agganciare il pallone al volo e a scavalcare Butland mettendo il pallone in rete. Non basta agli azzurrini, che al 26′ mettono ancora la palla in rete: parte Crisetig da metà campo, che al limite scarica su Benassi, il centrocampista entra in area e scarica un destro deviato da Gibson e che entra perentoriamente in porta. Rete dello 0-2 confezionata dai due giovani scuola Inter e che danno la spinta all’Italia per fare la partita. Sostanziale equilibrio nei minuti successivi tra le due formazioni, rotto da Biraghi che ci prova da fuori area con un sinistro che finisce troppo alto per impensierire gli inglesi. Replica immediata di Redmond per i britannici, con la sua conclusione dalla sinistra liberata da Bardi, che salva col piede mancino. Il portiere del Chievo respinge anche sulla conclusione dai 25 metri di Kane, con la difesa azzurra che spazza a lato.
Si chiudono qui le emozioni della prima metà di gara, che vede l’Italia in doppio vantaggio sull’Inghilterra, con un orecchio teso al campo di Portogallo – Svezia per sperare ancora nella qualificazione.

Fonte: inter.it
Fonte: inter.it

Niente cambi nella ripresa, che inizia con un brivido: Lingard si inoltra in una serie di dribbling sulla sinistra, concludendo l’azione con un tiro che lambisce il secondo palo e si spegne sul fondo. La replica azzurra arriva su schema d’angolo, con la conlusione di Crisetig che viene deviata sul fondo. Intervento duro di Zappacosta su Ings: primo cartellino giallo dell’incontro. Al 57′ punizione dai 25 metri sulla sinistra per l’Inghilterra su cui Ings la devia di testa: palla di poco sul fondo. Il primo cambio è per l’Italia: esce Berardi ed entra Sabelli, con un conseguente passaggio dal 4-3-3 al 4-4-2. Anche l’Inghilterra fa una sostituzione: dentro Loftus-Cheek, fuori Foster-Caskey. Azione avvolgente inglese che al 64′ porta al tiro Lingard e la palla finisce di poco a lato. Loftus-Cheek entra duro su Cataldi e viene ammonito. I ritmi sembrano rallentati e l’Italia ne approfitta per trovare il terzo goal: rimessa laterale dalla destra, Trotta rovescia in mezzo per Benassi che, dimenticato da Jenkinson, stacca di testa e sorprende Butland in colpevole ritardo. E’ uno 0-3 che potrebbe chiudere l’incontro, ma è una partita che non si gioca solo su questo campo. Colpo di reni britannico con il lancio di Kane per Lingard, che da posizione defilata non centra bene il pallone e manda fuori. Altra sostituzione azzurra: Trotta lascia il campo in favore di Verdi. Tra gli inglesi l’unico che non sembra arrendersi è Harry Kane, che tra il 76′ ed il 78′ prova due volte a concludere a rete, ma in entrambe le occasioni la palla finisce fuori. Sempre la punta del Tottenham prova a mettere un pallone rasoterra in mezzo al 81′, ma la sfera attraversa tutta l’area di rigore a due metri dalla linea di porta senza qualcuno che tocchi la palla. L’ingresso di Viviani per Zappacosta è l’ultimo cambio per l’Italia, che sta provando a gestire il risultato concedendo un pò di spazio agli avversari. Spingono ancora gli azzurri, sulla scia d’entusiasmo derivata dal vantaggio del Portogallo, che mandano Verdi al tiro al 86′: conclusione di controbalzo che supera la traversa. Al secondo dei quattro minuti di recupero gran botta da fuori di Redmond che accorcia le distanze: 1-3 sempre per l’Italia, che al finschio finale non è sufficiente per passare i gironi.

Inghilterra che da favorita passa all’uscita ai gironi: Harry Kane ha messo in mostra tutto il suo potenziale da prossima stella mondiale, ma i compagni non lo supportano a dovere.
Ottima prova degli azzurrini che si impongono nel primo tempo e nel secondo riescono a gestire la partita. Benassi in grande spolvero, con Belotti che realizza una rete da cineteca. Mastica amaro l’Italia, che rimane fuori dagli Europei in conseguenza del pareggio tra Svezia e Portogallo, con la consapevolezza di un gruppo con grossi margini di miglioramento.

IL TABELLINO
INGHILTERRA 0-3 ITALIA
Inghilterra (4-2-3-1): Butland; Jenkinson, Stones, Gibson, Garbutt; Foster-Caskey (dal 63′ Loftus-Cheek), Chalobah; Redmond, Ings, Lingard; Kane. A disp.: Pritchard, Ward-Prowse, Carroll, Bond, Bettinelli, Keane, Afobe, Hughes, Moore, Chambers, Targett. All.: Southgate.
Italia (4-3-3): Bardi; Zappacosta (dal 82′ Viviani), Rugani, Romagnoli Biraghi; Benassi, Crisetig, Cataldi; Berardi (dal 62′ Sabelli), Trotta (dal 74′ Verdi), Belotti. A disp.: Bernardeschi, Barba, Bianchetti, Sportiello, Baselli, Izzo, Battocchio, Leali. All.: Di Biagio.
Marcatori: 24′ Belotti, 26′, 72′ Benassi (It); 90’+2 Redmond (In)
Ammonizioni: Loftus-Cheek (In), Zappacosta (It)
Espulsioni: –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy