Italia-Olanda 2-0, le pagelle degli azzurri: sorpresa Zaza

L’Italia di Antonio Conte ha vinto 2-0 contro l’Olanda all’alba del mandato del nuovo ct. Ecco dunque le pagelle degli azzurri:

Daniele De Rossi Fonte immagine: Tommaso Naccari
Daniele De Rossi Fonte immagine: Tommaso Naccari
Sirigu 6: Spettatore non pagante nel primo tempo, rischia di pasticciare un po’ troppo in qualche frangente, ma di fatto non corre mai un pericolo.
 
Ranocchia 5,5: Prova non troppo esaltante: qualche ingenuità di troppo rischia di minarne la stabilità.
 
Bonucci 6,5: Onora l’impegno nella sua vecchia Bari rimanendo lucido nei panni di regista arretrato. Ordine e personalità, si evolve persino a capitano.
 
Astori 6: Partita blanda per l’ex Cagliari, spesso invece in affanno con la maglia azzurra.
 
Darmian 6: Giovane veterano, non ha molta licenza di spingere ed anche per questo non riesce a regalare stavolta le perle che aveva lasciato intravedere durante il periodo mondiale (dal 73′ Candreva s.v.).
 
Marchisio 6: Ruba più di un pallone e risveglia a sprazzi il piglio battagliero (dal 64′ Verratti 6: Il suo ingresso ne lascia presagire la titolarità contro la Norvegia. Di fronte all’inerzia del match si limita al compitino nel finale).
 
De Rossi 7: Da bravo capitano esalta i suoi e conferisce sicurezza a tutto il reparto. Preciso in fase di impostazione, al 9′ mette già al sicuro il risultato dal dischetto (dal 67′ Parolo 6: Rude quanto basta).
 
Giaccherini 6: Non soffre eccessivamente la collocazione da interno, tuttavia non lascia il segno.
 
De Sciglio 6: Nonostante il modulo gli sia poco congeniale non si comporta male e si rivela importante in fase difensiva, non disdegnando comunque la conclusione dalla distanza e l’affondo (dal 68′ Pasqual 6: Sembrava fuori dal giro, invece si fa ritrovare fresco e pronto. Da un suo cross nasce una bella palla per Destro).
 
Zaza 7: Nemmeno un anno fa segnava il primo goal della storia del Sassuolo in Serie A, adesso esordisce in azzurro risultando il migliore dei suoi al suo debutto nel campo internazionale che conta. Pressa con grinta ed entusiasmo e si procura con destrezza il rigore del 2-0, palesando nel contempo una buona intesa con Immobile. Unico neo quel goal divorato di fronte a Cillessen (dal 73′ Destro 6: Pochi minuti a disposizione, ma dimostra subito di essere in palla).
 
Immobile 6,5: Battezza il ciclo azzurro di Conte nel migliore dei modi, portando l’Italia in vantaggio dopo soli 3 minuti. Non cala il ritmo e continua ad essere insidioso fino alla fine (dal 77′ Giovinco s.v.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy