Una rete di Gotze al 112° regala il Mondiale ai tedeschi: Germania-Argentina 1-0 d.t.s.

RIO DE JANEIRO (BRASILE) – Al “Maracanà” di Rio è attesa la partita più importante degli ultimi quattro anni: la Finale del Mondiale tra Germania ed Argentina. Low perde Khedira nel riscaldamento, al suo posto Kramer. Argentini confermati. Dirige il nostro Rizzoli.

Gotze - Fonte: Steindy (Wikipedia)
Gotze – Fonte: Steindy (Wikipedia)

Le due squadre partono a viso aperto. Poco fair-play argentino quando un passaggio tedesco è messo fuori involontariamente da Rizzoli, i quali non tornano il pallone. Più intraprendente l’Argentina con le incursioni di Messi, ma i tedeschi fanno buona guardia. Al quarto d’ora infortunio per Kramer che sbatte la testa, ma poi si rialza. Al 20° Higuaìn si divora un’occasione sul retropassaggio sciagurato di Kroos: davanti a Neuer sbaglia la porta. Al 28° ammonito Schweinsteiger che sgambetta da dietro Lavezzi. Alla mezz’ora Argentina in rete con Higuaìn, ma prontamente annullata per fuorigioco. Kramer non ce la fa, al suo posto entra Schurrle. Al 33° giallo anche a Howedes per un calcione a Zabaleta. Al 40° Messi penetra in area e conclude, ma la Germania si salva sulla riga. Ultimo brivido nel recupero: Howedes su corner colpisce il palo di testa. Primo tempo chiuso 0-0.
Nell’intervallo Sabella cambia: entra Aguero per Lavezzi. Dopo due minuti occasione per Messi che in area apre troppo il diagonale e sfiora il palo. Al 12° scontro in area tra Higuaìn e Neuer: Rizzoli decide per la punizione tedesca. Al quarto d’ora cross di Lahm per Klose, ma Romero blocca. Al 19° duro intervento di Mascherano su Klose: ammonito. Poco dopo giallo anche ad Aguero che travolge Schweinsteiger. Alla mezz’ora ci prova Messi dal limite, ma la difesa chiude bene ed il mancino termina fuori. Sabella cambia ancora: dentro Palacio per Higuaìn. Al 36° occasione per Kroos che di piattone dal limite non inquadra la porta. Altri cambi nel finale: Gago per Pèrez e Gotze per Klose. Dopo tre minuti di recupero finisce: si va ai supplementari.
Primo tempo supplementare: subito un’occasione per i tedeschi, col destro di Schurrle respinto da Romero. Al 7° cross in area per Palacio che tenta il cucchiaio a Neuer, ma manca la porta.
Secondo tempo supplementare: al 7° Schurrle crossa da sinistra per Gotze che controlla e batte Romero. Al 12° su un cross da sinistra Messi stacca di testa, ma manda alto. Nel finale termina i cambi Low: Mertesacker per Ozil. Il forcing argentino non basta: la Germania è Campione del Mondo.

IL TABELLINO:
GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Hummels, Boateng, Howedes; Schweinsteiger, Kramer (31° Schurrle); Kroos, Ozil (120° Mertesacker), Muller; Klose (88° Gotze). A disposizione: Weidenfeller, Zieler, Grosskreutz, Ginter, Durm, Khedira, Draxler, Podolski. Allenatore: Low.
ARGENTINA (4-4-2): Romero; Zabaleta, Demichelis, Garay, Rojo; Biglia, Mascherano, Pèrez (86° Gago), Messi; Higuaìn (77° Palacio), Lavezzi (46° Aguero). A disposizione: Andùjar, Oriòn, Campagnaro, Basanta, Fernandez, Rodriguez, Di Maria, Fernàndez, Alvarez. Allenatore: Sabella.
ARBITRO: Rizzoli (Ita).
MARCATORE: Gotze al 112°.
AMMONITI: Schweinsteiger, Howedes, Mascherano, Aguero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy