Serbia, Ljajic non canta l’inno in Nazionale e Mihajlovic lo manda via

Ancora problemi per Adem Ljajic. In occasione dell’ultima amichevole tra la sua Serbia e la Spagna, persa per 2-0, il giocatore della Fiorentina si è rifiutato di cantare l’inno nazionale, ed il ct Mihajlovic ha deciso per questo di punirlo estromettendolo dal gruppo.

Fonte immagine: ViolaChannel
Questo è il comunicato dichiarato dalla Federazione calcio serba: “Essendo stati informati da Ljajic che non ha cantato l’inno serbo per ragioni personali e che il giocatore continuerà a non cantarlo, l’allenatore Sinisa Mihajlovic ha conunicato al giocatore di tornare a casa”. Ljajic appartiene ad una minoranza musulmana in Serbia, ma secondo la Federazione “potrà tornare in Nazionale solo quando avrà informato Mihajlovic che avrà cambiato atteggiamento”. Mihajlovic aveva fatto firmare ai suoi convocati un codice di condotta che contemplava l’obbligo di cantare l’inno serbo in tutte le partite.

9 pensieri riguardo “Serbia, Ljajic non canta l’inno in Nazionale e Mihajlovic lo manda via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy