In viaggio con Soccermagazine: la Juventus vola a Montecarlo

La Juventus approda ai quarti di finale di Champions League dove sfiderà il Monaco.

I bianconeri a Montecarlo scenderanno in campo nel meraviglioso ambiente nel quale è inserito lo speciale design dello Stade Louis II, che lo rende uno degli stadi più belli della Ligue 1. E’ lo stadio del Principato di Monaco, si trova nel distretto di Fontvielle ed è dedicato a Luigi II Principe di Monaco.

Foto panoramica Stadio Louis II Monaco fonte: V&A Dudush
Foto panoramica Stadio Louis II Monaco fonte: V&A Dudush

È il campo dove disputa le partite casalinghe l’AS Monaco FC squadra di calcio del Principato (club fu fondato il 23 agosto 1924 dalla fusione di Swimming Club, Monaco Sports, A.S. Beausoleil, Étoile de Monaco e Riviera A.C.) e la Nazionale di calcio del Pincipato di Monaco, dal 1998 al 2012 ha ospitato anche la finale della Supercoppa Europea. Lo Stadio Louis II originario fu inaugurato nel 1939, dopo che parteciparono alla sua realizzazioni i migliori architetti francesi affinché vi avessero luogo le partite del Monaco. Nel 1985 nei pressi della vecchia struttura, in cinque anni, fu edificato l’impianto attuale, su un terreno restituito dal mare. L’area di 3 ettari dei 116 dell’intero Principato, ospita uno stadio tutto sommato piccolo, con una capienza di 18.523 posti, tutti a sedere. Posto a un livello leggermente rialzato rispetto alla strada, al suo interno si torva anche un campo polivalente indoor, una palestra, una piscina, un ristorante, gli uffici amministrativi dell’AS Monaco, la sede di un’università privata anglofona ed un ampio parcheggio, sul soffitto del quale poggia il terreno di gioco stesso.

Archi stadio Louis II Monaco fonte: Florian K
Archi stadio Louis II Monaco fonte: Florian K

All’interno le gradinate seguono un classico profilo ad anello intorno al campo con 3 lati coperti mentre il quarto lato, una curva dietro una delle due porte, è aperto verso il mare, con 9 arcate strette e lunghe dietro gli spalti che delimitano la scena. La strada segna il confine tra il Principato di Monaco e la Francia.

CURIOSITA’:

 AS Monaco, ha le rivalità più accese con Nizza e Olympique Marsiglia principalmente per motivi geografici.

  • L’allenatore più vincente della storia monegasca fu Arsene Wenger che nel 1987 riportò il Monaco alla vittoria del titolo di Francia, dopo un digiuno di sei anni.
  • La scelta dei colori della tradizionale maglia fu il rosso e il bianco. Nella stagione 60-61 viene introdotta la fantasia attualmente, ovvero la maglia costituita da una metà rossa e una bianca, divise diagonalmente. Questa divisa va inizialmente ad affiancarsi a quella tradizionale con maglia bianca a righe rosse.
  • L’inno ufficiale del Monaco si intitola “Inno monegasco”, inciso da Théophile Bellando de Castro. Più tardi, Castil-Blaze modificò la musica e fece qualche altro cambiamento minore.
  • E’ possibile effettuare il Tour dello stadio, andando a visitare il museo, la sala stampa, gli spogliatoi e tanto altro.

Lo stadio si trova all’indirizzo, 7, Avenue des Castelans,98000 Fontville. Per arrivare:

In aereo: L’aeroporto di Nizza si trova a 22 km dalla città. Dai terminal 1 e 2 partono autobus che collegano regolarmente con Montecarlo in 45 minuti. Il taxi può essere un’alternativa.

In treno: Molti treni internazionali fermano alla stazione di Monaco-Montecarlo, collegata a tutte le più importanti località della Costa Azzurra. La stazione si trova in avenue Prince-Pierre, a La Condamine e a pochi passi da Fontvieille, dove si trova lo Stade Louis II.

In auto: Il Principato è collegato ai paesi confinanti tramite l’autostrada A8. Dall’Italia, prendere l’uscita “Monaco-Roquebrune”. Dalla Francia, prendere l’uscita “56 Monaco”.

Alessandra Fanciano & Ada Cotugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy