Lecce: società spende 13,8 mln per stipendi

Novara a parte, è la squadra con il monte ingaggi lordi più basso della Serie A. Stiamo parlando del Lecce che, secondo i dati diffusi oggi dalla Gazzetta dello Sport, spenderà quest’anno 13,8 milioni di euro per gli ingaggi dei calciatori.

Fonte foto: Danilo Rossetti

Quest’anno il Lecce trascorrerà una stagione molto delicata: la squadra è stata messa ufficialmente in vendita dal patron Giovanni Semeraro che, però, a quante pare non ha trovato degni acquirenti. Allora la mossa che può attirare qualche investimento è quella di abbassare il peso che un possibile nuovo proprietario si troverà di fronte e cioè proprio gli ingaggi. Sono partiti così alcuni calciatori con ingaggi un po’ troppo onerosi come Cacìa, Chevanton, Jeda e sono arrivati tanti calciatori in prestito con ingaggi bassi o pagati per buona parte dalle società di provenienza. È il caso di Oddo, che percepisce uno stipendio lordo di 1,5 milioni di euro, cui il Lecce contribuisce solo per il pagamento di 200 mila euro, o il caso di Julio Sergio che guadagnerà 800 mila euro lordi, 450 mila dei quali pagati dalla Roma. Con la politica dei prestiti (sono 10), il monte ingaggi al termine dell’esercizio della prossima stagione sarà ancora più basso e dovrebbe aggirarsi a circa 11 milioni di euro. Ovviamente in quest’ultimo calcolo bisogna considerare l’eventualità che i 10 prestiti non vengano riscattati o rinnovati. La prospettiva è che nessuno dei 10 giocatori in prestito quest’anno rivestirà la casacca giallorossa il prossimo anno. In questa maniera dunque il monte ingaggi sarà ancora più basso e questo potrebbe essere un modo per poter far gola a qualche acquirente.

Tornando all’argomento degli ingaggi bisogna sottolineare che a Lecce, a parte Oddo e Julio Sergio che ricevono lo stipendo soprattutto da Milan e Roma, nessuno prende oltre i 400 mila euro netti. Il calciatore del Lecce che percepisce lo stipendio netto più alto è Daniele Corvia con i suoi 400 mila euro. Seguono Tomovic con 380 mila euro, Di Michele e Olivera con 370 mila euro. Da sottolineare lo stipendio di Carrozzieri, che prende 150 mila euro cui vanno aggiunti, come spiegano dalla Gazzetta dello Sport, 3000 euro per ogni gettone di presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy