Cavani: “Maradona è unico, io sono qui per entrare nel cuore della gente. Batistuta? C’è un altro attaccante che reputo il più forte di tutti…”

Il centravanti del Napoli Edinson Cavani ha rilasciato un’intervista al settimanale ‘Chi’ in edicola domani. L’attaccante uruguaiano, con le sue 81 reti messe a segno in 111 partite, è ad oggi il sesto marcatore di sempre nella storia del club partenopeo, a ‘sole’ 34 lunghezze dalle 115 realizzate da Diego Armando Maradona, primo nella speciale classifica dei bomber azzurri.

Fonte immagine: Danilo Rossetti

Ma l’obiettivo di Edinson non sembra certo essere quello di raggiungere e superare il più forte di tutti i tempi:Non sono arrivato a Napoli per fare di più di Maradona. Sono arrivato qui per entrare nel cuore della gente e lasciare un segno nella storia della mia società”.

Un segno che potrebbe lasciare regalando ai napoletani un trofeo che manca ormai da troppo tempo: Lo scudetto non è comunque un sogno così lontano. Le squadre che vengono prima di noi sono raggiungibilissime. Diciamo che io e la mia squadra siamo sul pezzo”.

Cavani, sposato con Sole e padre di Bautista, ed in attesa del secondogenito Lucas, sa bene chi ringraziare per i suoi successi : “Per me è un periodo eccezionale e di questo devo ringraziare in primo luogo la mia famiglia. E’ qui che trovo tutta la forza di cui ho bisogno: nella dolcezza di mia moglie, nell’allegria di mio figlio. E in Gesù, il mio idolo”.

Famiglia che il Matador ha sempre anteposto alle comuni distrazioni dei calciatori di oggi quali Ferrari, Veline e Play Station:Mai corteggiato una dello spettacolo. Non le conosco. Sono stato da Maria De Filippi solo perchè mia moglie è una sua fan, ma, a differenza di tanti miei colleghi, non so distinguere una velina da una conduttrice. La Ferrari? Posso farne tranquillamente a meno. La PlayStation? Non mi entusiasma, preferisco passare il tempo libero nella natura: quando mi ritirerò tornerò in Uruguay e farò un lavoro a contatto con gli animali”.

 E sui suoi idoli calcistici, Cavani sembra avere le idee molto chiare:Quello che amo di più in assoluto è Batistuta. Ma è Gesù l’attaccante più forte nella storia di tutti i tempi”.

Fabio Tarantino

Fabio Tarantino

Giornalista, nato a Napoli il 19/02/1991

2 pensieri riguardo “Cavani: “Maradona è unico, io sono qui per entrare nel cuore della gente. Batistuta? C’è un altro attaccante che reputo il più forte di tutti…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy