Centenario Parma: ecco la top 11, il calciatore e l’allenatore del secolo scelti dai tifosi gialloblu

Parma 16 dicembre 2013 – Una serata indimenticabile. Da Parma. Da Centenario. La città ha risposto presente, affollando il Teatro Regio e tributando il meritato e in tal casi commosso applauso ai tantissimi protagonisti della storia crociata saliti sul palco.

Foto Omgosh30 - Fonte wikipedia.org
Foto Omgosh30 – Fonte wikipedia.org

Non mancava ovviamente il Parma di oggi, dal Presidente Ghirardi, all’ad Leonardi, a mister Donadoni fino ai giocatori della prima squadra, scesa ieri in campo contro il Cagliari al Tardini vestendo la speciale maglia in lanina, rievocazione fedele dalla casacca utilizzata agli albori del club dai crociati della prima era. In platea, oltre a giocatori ed allenatori che hanno fatto la storia della squadra, tra cui Cesare Prandelli, anche il Presidente della FIGC Giancarlo Abete e il numero uno della Lega Calcio Maurizio Beretta. Hanno consegnato la Coppa Fair Play al Presidente Ghirardi, che ha rivolto il suo ringraziamento alla città di Parma così: “Dico grazie ai miei tifosi, l’unione fa la forza. Bisogna stare uniti nei momenti difficili”.

Ma è stata soprattutto la serata della Top 11 del Secolo, che si è composta così dopo i tanti voti arrivati dai tifosi: Buffon in porta; Benarrivo, Apolloni, Minotti e Di Chiara in difesa; Baggio, Osio e Morrone in mediana; tridente Melli-Crespo-Chiesa. In panchina Nevio Scala, tra i mattatori della serata condotta in modo elegante e allo stesso tempo simpatico da Simona Ventura e Carlo Chiesa.

Il giocatore del secolo? Hernan Crespo, il grande favorito. Nelle sue lacrime di commozione, ripetute più volte durante la serata, c’è il succo di questi 100 anni di passione. E di una notte difficile da scordare.

Ecco la Top 11 definitiva (4-3-3): Buffon; Benarrivo, Apolloni, Minotti, Di Chiara; Baggio, Osio, Morrone; Melli, Crespo, Chiesa. All. Nevio Scala.

Come già detto calciatore del secolo è stato scelto Hernan Crespo.

Fonte: fcparma.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *