Cesena-Atalanta 2-2, grazie a Pinilla la Dea rimane a +8 dalla zona retrocessione

Sfida salvezza al Manuzzi di Cesena.

Mauricio Pinilla fonte: Manuel M
Mauricio Pinilla fonte: Manuel M

I bianconeri non hanno altro risultato disponibile se non la vittoria; una sconfitta o un pareggio li allontanerebbero troppo dalla prima delle “salve”, che è proprio l’Atalanta, quartultima con otto punti di vantaggio. La dea dovrà fare a meno di German Denis, squalificato per cinque giornate dopo il pugno rifilato a Tonelli (Empoli).

Primo tempo. Nei primi 10 minuti si studiano le due squadre: l’unica occasione da gol è quella di Gomez in contropiede, il quale calcia bene, ma il tiro viene deviato da Agliardi. 13′ episodio dubbio in area di rigore del Cesena, l’Atalanta invoca il penalty, ma l’arbitro non fischia. 20′ rispondono i bianconeri con Succi, che calcia un gran destro verso l’incrocio dei pali, trovando la deviazione. Dopo i primi venti minuti, diventa più combattuta la partita: si lotta molto, ma senza particolari occasioni da gol. Al 37′  tiro insidioso: una punizione di Carmona dal limite, ma alta sopra la traversa. 46′ ci prova il Cesena con Carbonero, ma Sportiello la blocca.

Secondo tempo. 50′ Pinilla sblocca la partita, favorito da un’uscita non proprio perfetta di Agliardi, segnando il gol del vantaggio. Un minuto dopo sfiora il pareggio il Cesena con una giocata di fisico di Succi, che per pochi millimetri non insacca la rete. Lo trova al 56′ Brienza su rigore per fallo commesso da Benalouane sullo stesso in area. Poche azioni significative in questo match piuttosto equilibrato. 65′ Cigarini ha l’opportunità di ribaltare il risultato su punizione, ma sfiora il palo. 70′ cambia tutto con grande cuore Carlos Carbonero, che segna un gran gol da fuori area e riapre i giochi-salvezza. 77′ su cross di Dramé si inserisce Maxi Moralez in area, ma è in ritardo e la sfiora appena, trovando l’esterno della rete, alla destra di Agliardi. 83′ torna in parità l’Atalanta con un grandissimo gol in rovesciata ancora di Pinilla. Un minuto dopo incredibile quello che succede nell’area dei bergamaschi: Perico si divora un gol praticamente fatto a meno di due metri dalla porta, sparando la palla alta sopra la traversa. 93′ ci prova Bianchi da lontano, nonostante Benalouane fosse ben posizionato in area. Finisce con questo tiro il match. Non cambia nulla a livello di classifica: il Cesena sempre più lontano dalla serie A, l’Atalanta ben salda al quartultimo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy