Criscitiello su Garcia: “Il violino ha smesso di suonare presto”

La Roma ancora non ha assimilato del tutto la sconfitta contro il Bayern di Monaco. 1-7 pesante che ha ridimensionato la formazione di Garcia. L’allenatore, contro la Sampdoria, è stato sfortunato. Un palo e una grande parata di Romero hanno slavato i blucerchiati.

Rudi Garcia. Fonte: flickr.com - mustapha ennaimi
Rudi Garcia. Fonte: flickr.com – mustapha ennaimi

A criticare l’atteggiamento del mister francese è il giornalista Criscitiello. Ecco le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Le note erano “solo” 7 e in Champions ha rimediato una figuraccia, purtroppo per lui e la Roma con precedenti. E’ stata una settimana maledetta per tutto il calcio italiano. La Roma merita la prima pagina per le dimensioni della batosta ma la seconda sconfitta della Juventus brucia ancora di più, ai fini della classifica. Il Napoli perde anche in Svizzera e conferma lo stato di crisi. Il Verona, se ne torna a casa con 6 pappine, e dà respiro a Benitez ma allo stesso tempo conferma che per Mandorlini l’aria è cambiata, rispetto ad un anno fa. Tornando alla Roma. La spocchia di Garcia è risultata invadente, nel pre gara con il Bayern Monaco. Ha gestito male la squadra durante la sosta, non facendo spegnere le polemiche dopo la sconfitta con la Juventus ma le ha alimentate per 14 giorni. Era convinto, giustamente, di avere una grande squadra ma non ha saputo preparare a dovere l’impegno con una delle squadre più forte del Mondo. Alla fine si è assunto tutte le responsabilità ma, mai come questa volta, non è solo un gesto di protezione nei confronti del gruppo bensì la verità“.

Poi si torna a parlare della sfida contro la Sampdoria: “A Genova la Roma ha giocato bene, anche se è tornata a meno 3 dalla Juventus. La Roma può andare avanti in Europa, o almeno se la giocherà fino alla fine ma Garcia farebbe bene a cambiare subito gli atteggiamenti che, almeno in Italia, non sempre pagano. Quest’anno ha la squadra per vincere il campionato, il secondo posto non sarebbe più un trionfo anche perchè questa Juventus non sembra possa andare, ancora una volta, oltre i suoi limiti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy