De Laurentiis: “Ecco cosa ho detto a Benitez. Maggio ha rinnovato”

Aurelio De Laurentiis rompe il silenzio stampa del Napoli parlando alla radio ufficiale azzurra Kiss Kiss Napoli.

Aurelio De Laurentiis  (Foto di Danilo Rossetti)
Aurelio De Laurentiis
(Foto di Danilo Rossetti)
Il presidente si è soffermato su tanti punti e ha ammesso l’incontro con Benitez. Ecco le parole di De Laurentiis:

“Premetto che siamo in silenzio stampa, è chiaro che i giornali possono inventarsi le cose: tra me e Benitez c’è sempre un rapporto di grande stima reciproca e amichevole. Ormai rido quando leggo certe cose. Lunedì scorso ho incontrato Rafa, eravamo solo io e lui e abbiamo parlato delle prossime partite che sono importantissime per noi. Ho detto al tecnico che ci stiamo attivando sullo Stadio: abbiamo contattato gli stessi architetti dello Juventus Stadium per consegnare entro il 31 maggio il progetto di massima, poi il Comune deve dare il via libera e poi possono cominciare i lavori. Potremmo cominciare i lavori tra marzo-aprile dell’anno prossimo. Per le giovanili ho trovato un terreno da 8 ettari dove costruire 6 campi, palestra, piscina e un albergo per chi viene da fuori. Mercato? Comprare per comprare come vogliono i tifosi non mi sta bene. Quest’anno per la prima volta chiuderemo il bilancio in rosso per la mancanza della Champions. L’anno scorso sono stati investiti 90 milioni, quest’anno abbiamo preso Koulibaly, Strinic e Gabbiadini e la squadra se la sta giocando bene. Investirò soldi miei per stadio e vivaio. Se torneremo in Champions, avremo più ossigeno e potremo migliorare. Io comunque non devo sostituire i miei campioni, ma fare 3 acquisti mirati. Non credo che il Napoli sia secondo a nessuno, credo che Benitez sia un grande allenatore che può portarci lontano. Ho detto a Benitez che può restare un altro anno o 5, se riesce a convincere la famiglia e che se vuole creare a Napoli una New Liverpool, mi rende solo felice. Noi lo aiuteremo in tutto, anche per far studiare le figlie. Rafa mi ha risposto che parlerà con la famiglia e sabato ne riparlermo. Poi ho incontrato Bigon e abbiamo rinnovato il contratto a Maggio per 3 anni, Christian ha vissuto un grande percorso con noi e meritava questo reciproco regalo.
Violenza negli stadi? Basterebbe che il Ministro dell’Interno applicasse la legge inglese, mentre resta silente. Caso Denis? Non è giusto che paghi la società. Dovevano dare una multa al calciatore di 200 mila euro. Questi signori vanno colpiti nel denaro, dove loro sono più vulnerabili.
Se Benitez resta, sarò l’uomo più felice del mondo, altrimenti avremo un altro allenatore all’altezza del Napoli e saremo tutti felici lo stesso, i tifosi devono preoccuparsi solo che io non me ne vada”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy