ESCLUSIVA – Iachini: “da avversario ma con la Samp sempre nel cuore”

Non è vero che nel calcio non c’è più magia, non è neppure vero che il lato umano venga cancellato sempre da quello economico; Beppe Iachini e la Sampdoria, domenica a Marassi avversari per 90 minuti, ne sono l’esempio.

Iachini fonte: Roberto Vicario
Iachini fonte: Roberto Vicario

Lo dimostra il rapporto di affetto che è nato dopo sette mesi trascorsi insieme a rincorrere, mano nella mano, quel traguardo che pareva chimera. Domenica l’uomo con il cappellino tornerà nel suo stadio, avversario per contratto, ma amico nell’animo.
Per Soccer Magazine l’intervista esclusiva con il mister della promozione blucerchiata.

Questa sarà la seconda volta a Marassi, nel giro di poche settimane; prima l’accoglienza ostica con il Genoa, ora l’aspetta invece un ambiente completamente differente, con i tifosi che non vedono l’ora di riservarLe il giusto tributo. Che effetto fa sentire così tanto affetto anche da avversario?
Non può fare che piacere, significa che io e il mio staff abbiamo fatto un ottimo lavoro sia sotto il punto di vista professionale che umano. Di mio posso dire di essere orgoglioso di essere riuscito nell’impresa di riportare la Sampdoria dove merita di stare“.

Il ricordo più bello alla Samp e, se c’è stato, un rimpianto legato a quel periodo.
Senza ombra di dubbio la notte di Varese. Quando sono arrivato a Genova ho trovato una situazione difficile, un ambiente spento e per me è stato bellissimo vedere la stessa gente, dopo pochi mesi, entusiasta: la liberazione dopo una lunga cavalcata.
Un rimpianto c’è eccome: non aver avuto la possibilità di portare avanti un progetto importante, qualcosa costruito in mesi parecchio impegnativi. Potermi giocare le mie carte insieme a giocatori che ho visto crescere come Obiang, Soriano, Krsticic, Eder“.

Iachini- Sampdoria un legame destinato un giorno, forse, a proseguire. Ci pensa mai alla possibilità di un ritorno futuro in blucerchiato?
Adesso c’è Sinisa che sta facendo grandi cose e sono contento stia facendo così bene con la Samp. Nel calcio però… Mai dire mai“.

In questi giorni la Samp è travolta dalle voci di mercato. Si parla di una possibile partenza di Mihajlovic. Tanti tifosi blucerchiati hanno espresso il loro parere sui possibili sostituti; in cima alla lista dei desideri c’è il nome di Beppe Iachini. In questo calcio di poca riconoscenza, che effetto fa?
Io posso dire che nonostante non abbia avuto l’opportunità di proseguire il mio lavoro, ho avuto sempre grandi soddisfazioni, i tifosi mi hanno sempre riconosciuto i meriti di ciò che abbiamo fatto e, da sempre, esiste un rapporto di stima e affetto che porterò sempre nel cuore“.

Ci sono analogie tra quella Samp e il suo Palermo di oggi?
Analogie tante. In entrambi i casi abbiamo iniziato a lavorare in un ambiente difficile, partendo da situazioni molto complicate e compromesse e, in entrambi i casi, siamo riusciti a centrare l’obiettivo finale. Poi qui ho avuto la possibilità di ripartire da basi importanti, abbiamo una squadra giovane che dà continuità al lavoro fatto lo scorso anno“.

Un aneddoto o un momento in cui ha capito che la Samp ce la poteva fare?
Dentro di me, nonostante ci fosse tanto scetticismo, ho sempre creduto di potercela fare, non ho mai avuto esitazioni ed ho cercato di trasmetterlo ai miei giocatori e a tutto l’ambiente. Non era facile perché tutte le squadre davanti a noi viaggiavano forte e noi dovevamo recuperare tanto terreno. Abbiamo cambiato modulo e mentalità riuscendo a rimettere tutto in sesto. Sono stati sette mesi intensi, complicati ma ricchi di emozioni e soddisfazioni“.

I TESTI E I CONTENUTI PRESENTI SU SOCCERMAGAZINE.IT POSSONO ESSERE RIPORTATI SU ALTRI SITI SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE. OGNI VIOLAZIONE VERRA’ PUNITA.

Per rimanere aggiornati sulle nostre altre esclusive, vi consigliamo di seguire la pagina fan di Soccermagazine su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy