Fiorentina-Napoli 0-1: le pagelle degli azzurri. Higuain incanta, la difesa regge

Il Napoli espugna il Franchi. Gli azzurri battono per 1-0 la Fiorentina grazie ad una rete di Higuain.

Primo tempo straripante per gli uomini di Benitez a cui manca solo il goal, che arriverebbe pure grazie ad una magia del Pipita, ma Valeri annulla giustamente per posizione irregolare. Nella ripresa buon inizio della Viola che però punge poco. Il Napoli continua a giocare e trova il goal della vittoria con Higuain. Il forcing della compagine di Montella non cambia il risultato grazie anche ad uno strepitoso salvataggio di Koulibaly. Il Napoli conquista la terza posizione in classifica: adesso si trova a sette lunghezze dalla Juventus capolista.

Nella foto Higuain Fonte: Danilo Rossetti - www.foto-calcio-napoli.it
Nella foto Higuain Fonte: Danilo Rossetti – www.foto-calcio-napoli.it

Rafael Cabral voto  6.5: Finalmente arriva la parata salva-risultato sulla conclusione dalla distanza di Cuadrado. Rafael mantiene la rete inviolata ed il Napoli porta a casa i tre punti. Mostra ancora qualche incertezza sulle uscite ma è nettamente in crescita. Ora deve trovare continuità di rendimento.

Ghoulam 6: Presidia la sua fascia con ordine. Cuadrado è un brutto cliente e spesso lo costringe a rimanere basso. Partecipa alla resistenza finale con l’aggressività che lo contraddistingue. Ormai è un giocatore di sicuro affidamento. Solido.

Albiol 7: Si rivede l’Albiol della passata stagione. Sempre puntuale nelle chiusure, non concede quasi nulla all’avversario. Nell’assedio finale dei viola, vince quasi tutti i duelli aerei. La colonna della difesa pare ritrovata. Gigante.

Koulibaly 7: Il ragazzo si doveva fare, ma forse è già un giocatore vero. Kalidou sta crescendo partita dopo partita. Le sue qualità fisiche e tecniche gli consentono di poter affrontare qualsiasi avversario. Stravince il duello con Babacar. Corona la prestazione con il salvataggio nel finale sul tiro di Pasqual a Rafael battuto. Muro.

Maggio 6.5: Il veterano della difesa azzurra non vuole issare bandiera bianca. Dopo i primi mesi incolore, il motorino vicentino ha ricominciato a girare. Spinge molto in fase offensiva e tiene bene dietro. Da un suo cross nasce il goal partita di Higuain. Sta dimostrando di poter dare un contributo importante alla causa.

Jorginho 7: Gli dicevano che non poteva giocare nel centrocampo a due: al contrario, l’italo-brasiliano stasera ha dato una dimostrazione della sua duttilità tattica. Costruisce e distrugge, attacca e difende. I frutti del lavoro muscolare con cui si sta irrobustendo cominciano a dare frutti.

David Lopez 6.5: Acquisto azzeccato. Lo spagnolo spalleggia alla perfezione Jorginho nella cerniera mediana. Tappa moltissimi buchi nel mezzo e gioca il pallone con educazione. Il Napoli aveva bisogna di un centrocampista con la sua fisicità. Sta diventando una pedina insostituibile.

Insigne 6: Si guadagna la sufficienza con venti minuti di alto livello. Conferma il suo splendido periodo di forma; peccato che sia costretto a lasciare il campo per infortunio. Si teme sia grave, speriamo di no. (Dal minuto 20 Mertens 6: Il belga entra al posto di Insigne mettendoci la solita grinta. Stasera però non è preciso come in altre occasioni, specialmente negli ultimi venti metri. Se l’infortunio di Lorenzo dovesse rivelarsi grave come sembra, dovrà necessariamente trovare i colpi migliori )

Hamsik 6: Lo slovacco galleggia tra le linee gestendo quasi tutte le azioni offensive dei suoi. Marekiaro comincia bene ma si spegne alla distanza. Nella ripresa manca il guizzo decisivo dopo essersi liberato bene al tiro. Esce stremato dopo 75′: la sosta lo aiuterà a riprendere la miglior condizione. (dal 75′ De Guzman 6: aiuta i compagni nel raggiungere la vittoria finale. Si conferma un buon ricambio nelle rotazioni)

Callejon 6.5: Il martello spagnolo è sempre lì. I suoi movimenti sono perfetti. Tagli, sponde, movimenti senza palla: dovrebbe essere oggetto di studio per i giovani calciatori. A lezione di calcio dal professor Callejon. Stasera non segna e Tevez lo raggiunge in vetta alla classifica marcatori con 8 reti, ma chissene…

Higuain 7 (il migliore): Gonzalo incanta i suoi tifosi. Dipinge calcio con le sue pennellate d’autore: i suoi stop vellutati e la pulizia delle conclusioni sono perle preziose per gli amanti di questo sport. La rovesciata con cui segna il goal non valido (annullato giustamente per fuorigioco ndr) rimarrà impressa a lungo nella mente dei supporter azzurri. Lo spunto decisivo in area è il suo: goal e tre punti. Un artista.

All. Benitez 7: Lo spagnolo si prende la sua rivincita. Non ha mai cambiato le sue idee tattiche, nemmeno nei momenti difficili di questo avvio di campionato, ed i risultati adesso gli stanno dando ragione. Il 4-2-3-1 di Rafa sta funzionando grazie al ritrovato equilibrio della linea difensiva ed alla maggiore partecipazione al gioco del duo di centrocampo. L’attacco gira come sempre. Se il Napoli dovesse riuscire a mantenere questa costanza, potrebbe davvero ritrovarsi a lottare per qualcosa di importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy