Inter-Milan 1-0, le pagelle dei neroazzurri: Guarin decisivo, la difesa continua a brillare

In un San Siro tutto esaurito, l’Inter cerca di portarsi a casa 3 punti nel primo match importante per mantenere la testa della classifica e continuare a tenere alto l’entusiasmo perché battere il Milan alza sempre il morale.

Fonte: inter.it
Fonte: inter.it

A portare la squadra di Mancini in testa alla classifica, in solitaria, ci pensa Guarin con una delle sue perle.

Handanovic 7: si scalda subito con una gran parata su Luiz Adriano poi per 90’ minuti tiene alto il ritmo e offre diverse parate di livello, oggi non c’ posto per l’insicurezza, saracinesca.

Santon 6,5: altra buona partita quella del terzino italiano che sia in difesa che in attacco non delude, attento a mettere pezze e creare, riesce a dare fastidio ai rossoneri, cresce sempre meglio.

Medel 7: schierato centrale per la prima volta in Italia, il cileno non delude, dopo l’ambientamento mette la grinta tipica che offre al centrocampo anche in questa zona del campo, attento e organizzato, fa ben sperare, duttile.

Murillo 6,5: parte male, sente la pressione di uno stadio colmo di attese, ma cresce piano piano e offre buoni interventi, la sfrontatezza non gli manca, e la grinta nemmeno, bisogna dargli tempo, speranza.

Juan Jesus 7: gioca bene il brasiliano che sorprende positivamente da subito, nei primi minuti aiuta un Murillo spaesato e gioca anche come difensore, attento anche in fase di spinta, esce purtroppo per infortunio, lottatore, una delle migliori partite offerte. (68’ Telles 6)

Guarin 7: in una partita non brillante, gioca un primo tempo sottotono ma poi si riscatta con il gol che vale la partita, quando c’è bisogno, risponde sempre bene, non delude Mancini che lo ha scelto.

Melo 6: chiamato a rompere e impostare, il giocatore fisico tanto richiesto da Mancini è arrivato e oggi nel suo primo derby non delude, il suo compito lo svolge con impegno e offre un esordio che fa ben sperare.

Kondogbia 6: cresce anche lui con il passare dei minuti, dopo un primo tempo anonimo, nella seconda parte di match sembra più a sua agio, anche in una posizione non familiare, prezioso soprattutto nel rompere e infastidire il Milan, la confidenza cresce.

Perisic 6: il giocatore più atteso dell’estate nerazzurra finalmente solca il prato di San Siro. Discreta partita la sua, senza lode e senza infamia, sufficienza politica per un giocatore che può e deve fare di più, l’esordio che si aspettava, probabilmente non è arrivato ma ha tutto il tempo di rifarsi, esordiente. (85’ Ranocchia sv)

Icardi 5,5: non è al meglio, nel primo tempo i palloni giocabili sono pochi ma certi gol, Icardi, non può sbagliargli, forse la troppa sicurezza lo tradisce, lo attendiamo perché un goleador come lui serve che sia sempre presente.

Jovetic 6,5: certamente l’uomo più pericoloso del primo tempo per l’Inter, sfiora il gol e mette in difficoltà Diego Lopez e al difesa milanista, vive un ottimo momento di forma e si vede, ispirato e partecipe, esce per far posto al lavoratore Palacio, ispiratore.(72’ Palacio 6)

Mancini 6,5: le scelte lo ripagano al meglio, butta nella mischia quasi tutti i nuovi e le scelte di Medel e Guarin gli permettono di ottenere altri tre punti, finalmente vede il suo lavoro prendere forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy