Juve, Quaglia racconta: “La mia vita fuori dal campo. Da imbianchino a uomo scudetto”

E dire che doveva fare l’imbianchino. Fabio Quagliarella, uno dei tanti pilastri della Juve, si racconta a JTv:

Fabio Quagliarella Foto di Sassuolocalcio.it
Fabio Quagliarella
Foto di Sassuolocalcio.it

Tutte le squadre che ci affrontano giocano alla morte, non è mai facile vincere. Ma il nostro obiettivo è centrare entrambi i risultati: scudetto ed Europa League, c’è grande entusiasmo. Se non avessi fatto il calciatore? Forse avrei seguito le orme di mio padre, che fa l’imbianchino. Il compagno con il quale ho legato di più? Pepe. Fuori dal campo invece frequento i miei amici, vado al cinema e sono appassionato di elettronica. I miei idoli? Da piccolo ovviamente Maradona, poi crescendo anche Montella. Il mio gol più bello? Non è facile scegliere, ma forse il più emozionante è stato quello all’esordio al Mondiale“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy