La Storia del Calcio – Juventus-Milan, lo scontro tra “sorelle”

La sfida tra Juventus e Milan è, da sempre, molto più di una semplice partita, è lo scontro tra due delle formazioni più vincenti del nostro calcio e per affermarlo basta dare un’occhiata ai numeri del palmares delle due squadre: sono 47 i titoli nazionali complessivi e 28 quelli internazionali.

Juventus Stadium Fonte: Rosario Casalino la storia del calcio
Juventus Stadium Fonte: Rosario Casalino

Juventus-Milan è senza dubbio la storia del calcio italiano, una sfida sentitissima e quasi paragonabile ad un derby: il primo scontro tra le due squadre avvenne il 28 Aprile 1901 a Torino e il match era valido come semifinale secca del quarto campionato italiano. La partita la vinse il Milan per 3-2 grazie al gol di Kilpin e alla doppietta di Negretti con i rossoneri che batterono in seguito il Genoa e si laurearono campioni d’Italia. Da allora in Serie A sono 156 i precedenti tra queste due squadre con 54 vittorie per la Juventus, 48 per il Milan e 54 pareggi. In qualche occasione la sfida costò lo scudetto alla avversaria nonostante le due squadre non fossero entrambe in lizza per il campionato, come nella stagione 1936-37 quando la Juventus in crisi batté il Milan a San Siro per 4 a 3 frenandone la corsa allo scudetto col Bologna alla fine vincitore e, a parti invertite, nel ‘47 quando la Juventus capolista perse in casa per 5 a 0 fu costretta ad abbandonare ogni speranza di scudetto, vinto poi dai cugini del Torino.

 

La storia del calcio: gli ex della sfida –

nella partita di domenica saranno quattro i giocatori che hanno militato in entrambe le squadre: Alessandro Matri e Christian Abbiati per il Milan e Andrea Pirlo e Marco Storari per la Juventus. Nella storia, comunque, diversi calciatori hanno vestito la maglia di entrambe le formazioni come Benetti (nel 1968 alla Juve, dal ’70 al ’76 al Milan per poi tonare in bianconero per tre anni sino al ’79), Fabio Capello (che ha fatto lo stesso percorso anche da allenatore=) fino ai più recenti Ibrahimovic, Inzaghi e Roberto Baggio. Oltre al già citato Capello, anche Ancelotti si è seduto su entrambe le panchine (dal ’99 al 2001 alla Juventus e dal 2001 al 2009 su quella rossonera, dove vinse tutto).

 

La storia del calcio: i precedenti più importanti –

da menzionare sono le sfide che hanno fatto la storia di queste due squadre: lo storico 8-1 del 1912 del Milan sulla Juventus al campo Porta Monforte di Milano, con protagonista Van Hege autore di 5 reti, ed altrettanto importante è il più recente 1-6 inflitto dai bianconeri al secondo Milan di Sacchi nel 1997. Se i rossoneri, che vivevano una lunga fase di transizione, cercavano in Sacchi la panacea di tutti i mali, i terribili ragazzi di Lippi guidati da Zidane detterò spettacolo a San Siro con i gol dello stesso francese, di Jugovic (2), Vieri (2) e di Amoruso. Importante fu anche l’affermazione dei rossoneri al Delle Alpi nel ’99 che diede lo slancio definitivo al Milan di Zaccheroni per la vittoria del titolo e quella per 1-0 della Juventus sempre a San Siro con gol di Trezeguet dopo lo splendido assist in rovesciata di Del Piero. Da non dimenticare, infine, lo scontro “fratricida” nella edizione 2002/2003 della Champions League, con i rossoneri che si imposero ai rigori conquistando il sesto trofeo della loro storia.

 

Saranno ora gli undici protagonisti di domenica sera a dover provare a scrivere una nuova pagina de la storia del calcio, andando a disputare l’ennesimo scontro tra due delle squadre più importanti del calcio italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy