Lazio-Sassuolo 3-2: la decidono Radu e Klose, ma non si placa la contestazione

La Lazio ospita il Sassuolo per il posticipo domenicale del venticinquesimo turno della Serie A che si chiuderà domani con al San Paolo: i biancocelesti vogliono ripartire dopo il brutto stop subito a Catania, mentre per gli ospiti dopo il cambio della guida tecnica sono arrivate soltanto sconfitte che ne peggiorano la classifica.

fonte: Andrew - Wikimedia Commons
fonte: Andrew – Wikimedia Commons

La cornice dell’Olimpico è surreale, con il tutto esaurito ed i tifosi biancocelesti hanno preparato una protesta nei confronti del presidente della Lazio sul motto “Libera la Lazio”.

La gara comincia molto lenta con le due squadre che pagano il nervosismo: poche le occasioni nella prima mezzora, ma  la Lazio trova la rete con Radu che mette a segno la prima rete stagionale con un sinistro da 35 metri che si infila sotto l’incrocio dei pali lasciando di sasso Pegolo.
Il Sassuolo prova a reagire ma la squadra di Malesani ha davvero poche idee: Biondini è il più attivo degli ospiti ma la gara si spegne di nuovo e si avvia lenta verso l’intervallo.
Da segnalare il giallo dopo la fine del primo tempo a Zaza per potreste, il quarto ammonito dopo Manganelli e Rosi nel Sassuolo e Radu nella Lazio.

Nella ripresa Malesani si gioca le carte Ziegler e Berardi per Chibsah ed uno spento Zaza, nessun cambio invece per Reja fino al 69′ quando Reja perde Dias per infortunio e mette Ciani accanto a Biava, per poi inserire anche Biglia per Mauri. La gara la riprende Floccari, che segna il primo goal in stagione anticipando Ciani dopo un errore clamoroso di Ledesma che perde palla a centrocampo: 1-1 all’Olimpico.
Un minuto dopo però si sblocca Klose, che non segnava dal 6 gennaio e realizza il sesto goal in stagione su una imbucata di Gonzalez che recupera una buona palla a centrocampo su un errore di Ziegler infortunatosi nell’azione: 2-1 per la Lazio.
Malesani sostituisce lo svizzero per mettere dentro Floro Flores e si gioca il tridente Berardi-Floccari-Floro Flores. E’ proprio l’ultimo entrata che porta di nuovo il risultato in parità con una punizione molto precisa che batte Berisha per la seconda volta: è di nuovo pareggio, 2-2 e Olimpico gelato.

All’83’ è ancora vantaggio per la Lazio: ci pensa ancora Radu con un tiro-cross sul quale Candreva e Cannavaro sfiorano la sfera che si insacca alle spalle di Pegolo. Reja stava per gettare nella mischia anche Keita ma ci ripensa dopo la rete del 3-2: resta in campo Senad Lulic, che avrebbe dovuto lasciare il posto all’ex canterano del Barcellona.
Il Sassuolo prova il tutto per tutto nel finale ma la retroguardia di Reja fa buona guardia: dopo 4 minuti di recupero cala il sipario sull’Olimpico, finisce 3-2 per la Lazio, ma la contestazione dei tifosi non sembra volersi placare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy